venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTempo di saldi, le due...

Tempo di saldi, le due facce dello shopping / FOTO

La folle corsa ai saldi è iniziata oggi a Firenze. Le vie del centro semi deserte: tutta 'colpa' delle grandi catene.

-

I saldi sono arrivati anche a Firenze ma le vie del centro questa mattina erano “spopolate”. Tutti rifugiati tra gli scaffali dei grandi magazzini in cerca dell’occasione. E quelli che ci rimettono, anche in tempo di crisi, sono i piccoli commercianti.

GRANDI CATENE. Affollati più del solito sono i mega stores del centro dove i saldi sfiorano già il 50% sul prezzo di partenza. Code alla cassa dalle prime ore del mattino nonostante l’inizio infrasettimanale dei saldi. “Il cambiamento e l’incremento nelle vendite si nota già da oggi” riferiscono alcune commesse. Contenti anche i clienti che hanno da subito approfittato dei prezzi bassi per fare shopping. Firenze deve quindi prepararsi ad un “ricco” fine settimana ma c’è anche chi aspetterà la fine dei saldi per spendere ancora di meno. Insomma, per essere solo il primo giorno, il debutto nelle grandi catene non è andato poi così male.

LA PRIMA MATTINA DEI SALDI:

{phocagallery view=category|categoryid=321|limitstart=0|limitcount=0}

 

I ‘NEGOZIETTI’. I piccoli negozi invece non hanno notato molta differenza da ieri, quando ancora i saldi non erano iniziati. Colpa della crisi o dei grandi magazzini? Sicuramente il momento delicato che l’Italia sta vivendo, non facilita le vendite. Ormai il cittadino medio compra solo in caso di necessità. “Anche la pedonalizzazione – dicono alcuni commercianti – non aiuta le vendite. Raggiungere il centro è diventato veramente complicato. Chi prima poteva fermarsi anche solo di passaggio, oggi deve per forza uscire di casa con l’intenzione di raggiungere il cuore della città. Questo è uno dei motivi del calo delle vendite. Fortuna che restano i turisti”. Ma un altro motivo potrebbe anche essere l’avvento delle catene internazionali che spesso offrono merce con un prezzo di partenza più basso e per i saldi i capi vengono quasi regalati. Per non parlare della vastità di articoli che offrono.

Per saperne di più: Il decalogo anti-bufale –  Il calendario

Ultime notizie