sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTerremoto, ancora scosse nella notte....

Terremoto, ancora scosse nella notte. Proseguono le iniziative di solidarietà

L'ultima iniziativa di solidarietà, mentre continuano le scosse in Emilia, arriva da Anpas Toscana. La società ha aperto un conto corrente. I fondi raccolti saranno destinati alla ricostruzione e messa in sicurezza delle Pubbliche Assistenze danneggiate dal sisma.

-

”Durante la notte si sono registrati 17 eventi sismici tutti con magnitudo inferiore a 3. Le persone ospitate al campo sono attualmente 300 di cui 80 bambini e 7 diversamente abili. Proseguiranno per tutta la giornata di oggi le verifiche di agibilità delle abitazioni da parte della squadra dei tecnici della Provincia di Firenze” è quanto si legge in una nota della protezione civile.

ANPAS. ”Non servono vestiario o generi alimentari a favore dei terremotati in Emilia”. Ha dichiarato il presidente di Anpas Toscana, Attilio Farnesi a più di venti giorni dal terremoto in Emilia. ”Il nostro appello è quello di raccogliere fondi a favore della ricostruzione – prosegue Farnesi.  ”In particolare per il nostro movimento, finalizzeremo il danaro raccolto alla ricostruzione e messa in sicurezza delle Pubbliche Assistenze emiliane danneggiate dal sisma – aggiunge il presidente – Molti dei paesi terremotati hanno perso un presidio per la socialità, la sanità, il welfare. E vorremmo restituirglielo quanto prima, e restituirlo anche ai volontari emiliani che da sempre si impegnano come noi su questi campi”.

CONTO CORRENTE. Per chi volesse devolvere il denaro in favore dei terremotati per supportare la causa di Anpas Toscana, è attivo un conto corrente. I fondi saranno girati direttamente ad Anpas Emilia Romagna. Per chi volesse donare: A.n.p.as Toscana Solidarietà Iban IT 51 T 01030 02854 00000 1500047 Monte dei Paschi di Siena.

LA LOTTERIA. Petali di fiori stesi lungo le vie di Cerreto Guidi, sulle colline fiorentine, poi la messa, la processione e una lotteria, il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni dell’Emilia. Sabato e domenica l’Infiorata del Corpus Domini sarà così dedicata a Mirandola (Modena), uno dei paesi colpiti dal terremoto. Fra i doni in palio alla lotteria, anche un tatuaggio, offerto da un tatuatore amico del parroco di Cerreto Guidi, don Donato Agostinelli.

Leggi anche: Prosegue l’impegno toscano. Firmata l’ordinanza per le donazioniTutti giù per terra, un concerto per aiutare l’Emilia

Ultime notizie