mercoledì, 25 Maggio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaInsieme per costruire un futuro...

Insieme per costruire un futuro con un lavoro di qualità e con diritti uguali per tutti

Dobbiamo e possiamo cambiare il presente per garantirci un futuro migliore, lo dobbiamo alle nuove generazioni

-

All’inizio di questa terribile pandemia che tanti danni ha fatto e continua fare ci siamo detti che nulla sarebbe stato più come prima, abbiamo cantato dai balconi che sarebbe andato tutto bene.

Ci sbagliavamo purtroppo. Nei due anni trascorsi sono aumentate le disuguaglianze, i ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. No, non può andare a finire così, cambiare si deve e si può. La Cgil è in campo per questo. Ci siamo stati e continueremo ad esserci con maggiore impegno e determinazione. Lo abbiamo fatto insieme a voi perché nessuno si salva da solo. Insieme abbiamo costruito i protocolli per la sicurezza nei luoghi di lavoro, insieme abbiamo incalzato il governo per chiedere di potenziare il servizio sanitario territoriale di cui si era fatto strame negli anni precedenti. Non sempre ci hanno ascoltato, non smetteremo di mobilitarci per ottenere quello che serve al paese.

La crisi pandemica e quella sociale ha chiesto e chiede un di più di protezione. Per questo le sedi della Cgil sono state sempre aperte nel rispetto delle norme sulla sicurezza che sono state di volta in volta deliberate. Abbiamo cercato di non lasciare nessuno da solo. Lo abbiamo fatto con i nostri servizi, Caaf, Inca, Ufficio Vertenze, lo abbiamo fatto con i nostri delegati nei luoghi di lavoro sempre pronti ad ascoltare e a dare indicazioni in questa situazione drammaticamente complicata. Siamo impegnati a fare di più e meglio, ci serve la vostra fiducia, le vostre richieste, i vostri consigli, il vostro impegno, con noi.

Tesseramento Cgil Toscana 2022

C’è tanto da fare per andare a prenderci un futuro più giusto e più equo. Chi ci governa ci ripete che va tutto bene, l’Italia è tornata a crescere ed anche l’occupazione, dicono. Non ci dicono, però, che i nuovi assunti sono per il 90% a tempo determinato e a tempo parziale involontario. Non ci dicono che l’occupazione femminile è calata al 49% e che la media europea è del 62.7%.

La Cgil si batte per un cambiamento radicale del modello di sviluppo del nostro paese, insieme possiamo cambiare il presente per garantirci un futuro migliore, lo dobbiamo alle nuove generazioni.

Uguali diritti per tutti.

#SCELGOCGIL

Ultime notizie