HomeSezioniCronaca & PoliticaTia, modalità di calcolo più...

Tia, modalità di calcolo più eque

Le modalità di calcolo della Tia, la “tassa sui rifiuti”, saranno riviste. Lo ha detto l’assessore comunale al bilancio Angelo Falchetti, annunciando l’apertura di una fase di ascolto di categorie economiche, sindacati e associazioni di consumatori. I risultati si vedranno a maggio 2010.

-

CONFRONTO APERTO. “Il piano di lavoro è pronto – ha spiegato l’assessore – partirà a gennaio e si concluderà a maggio. La prima fase sarà di ascolto e servirà a raccogliere le istanze non solo delle categorie economiche e delle imprese ma anche dei sindacati e delle associazioni dei consumatori. Abbiamo comunicato il nostro programma alle associazioni di categoria per coinvolgerle nel percorso. In questo periodo il Consorzio Quadrifoglio è a disposizione per fornire tutti i dati utili in modo da permettere a ciascun interlocutore di avanzare ipotesi e far emergere necessità. Il lavoro di revisione sarà dunque aperto a recepire i suggerimenti di tutti”.

CAPITOLO RINCARI. “L’incontro – ha proseguito – è servito anche a chiarire che gli incrementi della Tia sono legati al fatto che i rifiuti non vengono più smaltiti a Case Passerini ma nelle discariche della costa. Questa amministrazione sta accelerando i tempi burocratici per avviare la gara di aggiudicazione del servizio, passo fondamentale per la realizzazione del termovalorizzatore”.

TARIFFE PIU’ EQUE. “La tappa dei primi mesi del 2010 – ha concluso l’assessore Falchetti – sarà cercare più equità nel calcolo della tariffa. Se in questo percorso riusciremo anche a trovare modalità per alleggerire il montante totale meglio ancora. Alcune ipotesi ci sono e ci stiamo lavorando. Un percorso di ascolto utile alla scelta, questo intendiamo per confronto”.

Ultime notizie