Si alza il sipario il 9 ottobre sul Rock Contest, il più importante concorso nazionale per gruppi musicali emergenti organizzato da Controradio e dall’assessorato alla pubblica istruzione e politiche giovanili del comune di Firenze, arrivato quest’anno, all’importante traguardo della ventesima edizione. Il concorso, che si concluderà il 29 novembre, è articolato in sei serate di selezione, durante le quali suoneranno i 36 gruppi selezionati su un totale di oltre 700 giunti da tutta Italia.

Come tradizione il gruppo vincitore sarà proclamato dal voto del pubblico opportunamente ponderato con quello della giuria di esperti. Al vincitore saranno offerti concerti in Italia e in Europa, la registrazione di un cd e il tutoraggio del Rock Contest per un intero anno. “Il Rock Contest rappresenta per Firenze una tappa importante nella creazione di una città accogliente, ricca di proposte e capace di valorizzare e promuovere la creatività giovanile – ha detto l’assessore alla pubblica istruzione e politiche giovanili Daniela Lastri -. Una manifestazione fiorentina che è diventata sempre più un punto di riferimento e di incontro per tanti giovani musicisti. Per questo, è per me motivo di orgoglio di aver aperto di nuovo il Rock Contest dal 2000 a Firenze”.

Sponsor della manifestazione è Unicoop Firenze che aderisce al Rock Contest promuovendo l’iniziativa umanitaria “Un Cuore si Scioglie”, la campagna che dal 2000 unisce il volontariato laico e cattolico, per favorire l’adozione e l’affidamento a distanza dei bambini in molte realtà povere del Sud del mondo.

La ventesima edizione del Rock Contest sarà festeggiata con la pubblicazione di un libro, che ripercorrerà la storia del concorso nato nel lontano 1984: un excursus che ripercorre anche la storia della musica rock italiana a partire dal rock fiorentino che negli anni ’80 fece diventare Firenze, la punta avanzata della new wave italiana.

Sono certamente pochi in Italia i concorsi di questo genere che possono vantare i risultati che i vincitori del Rock Contest delle passate edizioni hanno dimostrato di poter ottenere: i gruppi sono inseriti con continuità nei programmi delle migliori iniziative di spettacolo. Gli artisti selezionati dalle ultime edizioni sono entrati a pieno titolo a far parte del cast dei Festival musicali più importanti d’Italia e sono molto ricercati dai locali dove si fa musica ‘live’. Da rimarcare inoltre il fatto che recenti vincitori del concorso che hanno inciso il loro primo album, sono oggi addirittura al secondo, dimostrando così di non essere meteore del panorama rock ma confermando la “qualità” che ne aveva fatto i vincitori del concorso.


DATE E LUGOHI DEL ROCK CONTEST:

Giovedì 9 Ottobre: OMI Music Club, Sesto Fiorentino (FI), serata eliminatoria;

Giovedì 16 Ottobre: OMI Music Club, Sesto Fiorentino, serata eliminatoria;

Giovedì 23 Ottobre: OMI Music Club, Sesto Fiorentino, serata eliminatoria;

Giovedì 30 Ottobre: OMI Music Club, Sesto Fiorentino, serata eliminatoria;

Sabato 1 Novembre: Viper Theatre, Firenze, serata eliminatoria;

Giovedì 6 Novembre: Viper Theatre, Firenze, serata eliminatoria;

Giovedì 13 Novembre: Auditorium FLOG, semifinale;

Giovedì 20 Novembre: Auditorium FLOG, semifinale;

Sabato 29 Novembre: Auditorium FLOG, serata finale.

GRUPPI SELEZIONATI

Per partecipare al Rock Contest 2008 sono giunti circa 700 cd demo di cui un 70 % da fuori della Toscana con equivalenza tra nord, centro e sud Italia. L’età media dei partecipanti tende ad essere, come nelle ultime edizioni, piuttosto bassa, la gran parte delle band e degli artisti hanno fra i 17 ai 24 anni.
Come di consueto, a fronte di numerose band poco focalizzate, buona parte dei gruppi sono sempre più professionalizzati e consci dell’ambito a cui fare riferimento. Restano importanti i riferimenti d’oltremanica e i richiami alle nuove tendenze della musica alternativa contemporanea, ma la generalizzata aria di ‘crisi’ fa riscontrare un ritorno ad atmosfere intimiste, a testi riflessivi, spesso in italiano, e ad ensamble dal ridotto numero di componenti (molte le formazioni a due), a dimensioni più comunicative riconducibili al cantautorato stile ‘anni ’70’.
Dodici i gruppi selezionati provenienti da fuori Toscana, nello specifico gli artisti provengono da Varese, Parma, Bologna, Vicenza, Reggio Emilia, Como, Catanzaro, Napoli, Padova, Campobasso, Genova e da Torino.

Ecco i 36 gruppi selezionati:

CLEVER. Hanno solo quindici anni i quattro ragazzi fiorentini, ma suonano un garage-rock deciso e coinvolgente, memori della lezione degli Strokes e di altre band dell’indie-rock contemporaneo. Si sono già fatti notare anche per la loro buona capacità live. www.myspace.com/clevergroup

CHIASSO MOZZO. Melodie popolari e tradizione folk per la band pisana che nasce nel 2002 e che crea arrangiamenti ricercati con strumenti desueti come il banjo e mandola, senza perdere di vista l’importanza dei testi, scritti in italiano. La band si esibisce anche in versione acustica. www.myspace.com/julio1979

DESERT CLOUDS. Combinazione di passato e presente, psichedelia e rock alternativo, sono le cifre dei Desert Clouds, evidenti fin dalle intenzioni. All’attivo dal 2000, i cinque ragazzi di Napoli propongono atmosfere suggestive, in bilico tra malinconia e paesaggi dell’anima. www.desertclouds.net

STEFANO AMEN. Cantautore torinese che sfrutta anche l’esperienza maturata come producer di musica elettronica per uscire dalle sonorità abituali del folk. I brani sono caratterizzati dalle melodie efficaci ed orecchiabili, e testi spiazzanti curati sapientemente.

NEUROMANTIK. Dalla storica New Wave di Cure, Joy Division, Smith, al recente successo di band come Editors. Questo è il mondo in cui nascono e si evolvono i giovanissimi fiorentini Neuromantik, che hanno partecipato nel 2007 al Fi.Esta Rock organizzato da Piero Pelù e nel febbraio di quest’anno alla trasmissione Sala Prove di Rock TV. www.myspace.com/theneuromantik

MANZISH. Massimiliano Cubello, vero nome di Manzish, nasce a Catanzaro e si avvicina al reggae, allo ska e all’hip hop fin da giovanissimo, collaborando con molti artisti e produttori d’Italia emergenti e non (Audioplate record, FTB musik, etc…). Gli appassionati del genere già parlano di lui. www.myspace.com/manzish

LORENZO CAPONNETTO. Giovanissimo e stravagante cantautore fiorentino, caratterizzato da un approccio minimale ed una particolare urgenza espressiva. Testi intimisti e visionari. Una scommessa da provare dal vivo.

RIAFFIORA.
Un rock italiano alternativo, con brani ben scritti e liriche orecchiabili, per la band padovana dei Riaffiora. Hanno aperto concerti di Yuppie Flu, Diaframma, Nomadi, Le Mani, e partecipato a numerose manifestazioni e concorsi. www.myspace.com/riaffiora

TEN THOUSAND NAMES
Sembra di tornare alle origini del rock ‘&’ roll con questo trio pisano. Poche linee di voce, una sonorità sporca e graffiante, riff accattivanti e pura distorsione. Tra i vari concerti dell’attività live, hanno condiviso il palco con Verdena ed Edoardo Bennato. www.myspace.com/tenthousandnames

BBJ.
Vengono dalla provincia di Genova, ma guardano oltreoceano: i BBJ si ispirano a band postgrunge come Nickelback, Creed e Puddle of Mudd, e puntano tutto sull’immediatezza e la carica esplosiva della loro musica. www.myspace.com/bbjitaly

I DAVOLI Si definiscono un incidente tra la nuova New Wave, il rock rude e la disco meno sofisticata. I risultati “sgraziati” del loro indie-rock, nato nei sotterranei della zona industriale di Pistoia, sono un buon mezzo per scaricare energie e sperimentare nuove soluzioni sonore. www.myspace.com/idavoli

THE FABULOUS FILTERS.
Sono i ‘favolosi’ anni ’60 a ispirare questo quartetto della provincia di Como, persino nel look e nell’abbigliamento. Tutto il meglio del beat classico e dello stile sixties, in un sound solare e trascinante ed un buon songwriting. Notevole attività live anche nei locali londinesi e negli States. www.myspace.com/thefabulousfilters

SHOCK ONE
. Ha 21 anni questo rapper di Lucca. Nel 2004 inizia a collaborare con i progetti hip hop del panorama locale per affermarsi poi come solista grazie alla creazione di brani interamente autoprodotti. www.myspace.com/shockonemc

THE PIRATE LOVERS. Assieme dal 2007 ma già con buona esperienza in precedenti formazioni ‘garage’, provenienti da Lucca, si cimentano in un repertorio ispirato a sonorità sixties e punk di matrice Stooges/Dead Boys. www.myspace.com/thepiratelovers

JUST DOGS. Molte le influenze musicali di questa band di Prato nata nel 2005: dagli Stooges ai Sonic Youth, dai nostrani One Dimensional Man ai Melvins, e oltre. Il sound violento e delirante del loro garage-punk arriva diritto allo stomaco. www.myspace.com/infodogs

IL RUMORE DEL FIORE DI CARTA
. Arrivano da Campobasso con un progetto molto ben curato i cinque ragazzi di questa band post-rock. Selezionati a rappresentare il Molise all’Italia Wave 2008, la loro è una ricerca espressiva in cui si confrontano suono e rumore, analogico e digitale. Testi in italiano. www.ilrumoredelfioredicarta.it www.myspace.com/irdfdc

WOLF*GANG.
Un duo fiorentino difficilmente definibile. Chitarre rockabilly, distorsioni e assoli allucinati, liriche spensierate e ritmi ‘ballabili’. Una comunicazione senza filtri spiazzante e avvincente.
JACOPO. Cantautore della provincia di Reggio Emilia, ha suonato in diverse formazioni prima di dedicarsi alla scrittura delle sue canzoni. Lo studio del canto e dell’improvvisazione all’Accademia Nazionale di Jazz senese ha contribuito ad ampliare capacità e orizzonti stilistici dell’artista. www.myspace.com/jacoposunchild

WASTE PIPES. La band nasce nel 2003 a Rivoli, in provincia di Torino, e propone un’energica rivisitazione del più classico glam/hard rock, spesso intrecciato a sfumature blues. Nei live hanno fatto da supporters per i concerti di Elio e Le Storie Tese e Meganoidi. www.myspace.com/wastepipes

VIOLET NAIF IMPLOSION. Duo della provincia di Varese che presenta un sound visionario caratterizzato da distorsioni e melodie semplici sostenute da una ritmica energica. Pattern pulsanti ed ipnotici per un alternative rock da godere nella performance live. www.myspace.com/violetnaifimplosion

MR. FURTO E LADY PACCOTTILLA. Un duo alla White Stripes: lui chitarra e voce; lei batteria. Non ci sono mezze misure, solo cattiveria e rumore. Vengono da Parma per infuocare il palco con un live tirato e avvincente. www.myspace.com/mrfurtoladypaccottilla

OFELIA DORME.
Atmosfere acustiche contaminate da incursioni elettriche ed elettroniche, e una voce (la stessa dei MagicBabyet) dolce ma energica: sono queste le fondamenta su cui i bolognesi Ofelia Dorme costruiscono gli arrangiamenti semplici e magnetici, del loro rock. www.myspace.com/ofeliadorme

PETROLKIMIK.
Sono tre ragazze giovanissime del vicentino che propongono un hardcore/indie potente, dalle linee vocali scarne ma trainanti. Sanno decisamente quello che vogliono e lo suonano con grinta. Riot Girls con look ed attitudine. www.myspace.com/thepetrolkimikarehere

WASSILIJ KROPOTKIN. Il progetto nasce tra le mani di Francesco D’Elia nell’estate 2007, in una Firenze grigia ed opprimente. É un cantautorato in cui si riflettono riferimenti al prog italiano anni ’70 (Alan Sorrenti, Juri Camisasca), con accenni psichedelici e sperimentazione pura. www.myspace.com/wassilijkropotkin

S.U.S. Terzetto di Pistoia nato nel 2005 che riprende la No-Wave per vestirla all’occorrenza di veli cantautoriali. Testi surreali sull’alienazione da vita cittadina, riff ripetitivi e dissonanze nichiliste sono gli ingredienti principali di questo gruppo già noto al RockContest. www.myspace.com/unasega

KA MATE KA ORA.
I Ka Mate Ka Ora suonano slo-core-shoegaze….così dicono loro. Primo ed unico dogma stilistico della band pistoiese è la lentezza, che talvolta amano però violare in nome, forse, della più libera intuizione espressiva. Alla realizzazione del loro primo album ha collaborato Kramer (Low, Galaxie 500, Robert Wyatt, etc…) e Samuel Katarro, vincitore dell’edizione 2006 del Contest. www.myspace.com/kamatekaoraband

VANDEMARS. I Vandemars si formano nel 2005 a Siena, creando un suond ruvido e una melodia sporcata da contaminazioni noise. Nel 2007 partecipano al concorso Siena in Rock e sono premiati da Mauro Pagani. Nel luglio di quest’anno si esibiscono all’Arezzo Play Festival in apertura a Max Gazzè, Carmen Consoli e Goran Bregovic. www.myspace.com/vandemars

BAD APPLE SONS. I Bad Apple Sons sono quattro fiorentini con la passione per Nick Cave, Radiohead, Liars, tutti nomi che influenzano il rock alternativo, scuro e psichelico della band. Non mancano ballate al pianoforte e pezzi ossessivi e dilatati. Hanno aperto i concerti di Marlene Kuntz e Teatro Degli Orrori. www.myspace.com/badapplesons

WHITE PAGODA
. Gli aretini White Pagoda sono attivi dal 2007 e suonano un punk rock efficace ed istintivo. Un ritorno alle origini del genere, con una semplicità e una leggerezza che rende facile l’ ascolto. www.myspace.com/whitepagoda

VANNI PESTELLI Pop/folk acustico in cui si fondono melodie d’influenza britannica e americana: è il progetto presentato da questo cantautore trentunenne di Firenze. I testi in italiano affrontano sia tematiche sociali e provocatorie, che atmosfere più intimiste e personali. www.myspace.com/vannipestelli

DESPAIRS!
La band nasce nel 2006 a Firenze come progetto di electro-poetry, fusione di musica elettronica, chitarre e testi poetici. Tra i membri Alessandro Raveggi, scrittore e performer. Si sono esibiti in vari spazi, centri culturali e festival. www.myspace.com/despairs

SAVE THE POLAR BEARS.
Formatasi da solo un anno, questa band di Prato ha già all’attivo concerti in molte zone d’Italia, suonando anche sugli stessi palchi di Blonde Redhead, Paolo Benvegnù e Africa Unite. Il loro rock si ispira a sonorità brit, con una buon livello di scrittura e forte impatto live. www.myspace.com/savebears

DAMIANO INNOCENTI – LABORATORIO DEL SILENZIO
. E’ il pistoiese Damiano Innocenti l’ideatore del progetto “Laboratorio del silenzio”, che affianca sonorità vintage con mondi musicali contemporanei. Elettronica e psichedelia si intrecciano a testi ricercati. www.myspace.com/damianoinnocenti

THE WALRUS. Cinque giovani livornesi che suonano uno spontaneo e fresco indie-pop, godibile e immediato. All’inizio del 2008 hanno registrato il primo disco con la produzione artistica di Lorenzo Ori (fonico live di Baustelle, Roy Paci, Paolo Fresu, etc…). www.myspace.com/thewalrushow

E 45. Gli E 45 sono un giovane gruppo aretino che si è distinto già nel Music Contest 2008 del Maggio Fiorentino. Capitanati da Edoardo Menichella, il loro repertorio ispirato ai classici della musica americana (Dylan, Springsteen su tutti) comprende sia pezzi in italiano che in inglese.LA MATERIA STRANA. La Materia Strana sono Francesca Messina e Massimiliano Lo Sardo, entrambi fiorentini. Hanno pubblicato nella compilation Next Wave (Firenze Elettronica) il brano Descabelado, in cui si miscelano atmosfere tropicali e ripetute provocazioni soft-porno. www.myspace.com/lamateriastrana.

 

Rock Contest 2008 Info: 346.96.95.929 055-61.44.551
www.rockcontest.it