Come sempre, anche per questa edizione verranno assegnati premi in denaro e uno ulteriore assegnato dalla Casa del Popolo all’artista più stravagante della manifestazione. I gruppi o i singoli musicisti vincitori, che saranno scelti da una giuria composta da noti nomi del mondo della musica, della cultura e dell’informazione, potranno esibirsi al Play Art Festival di Arezzo, con cui è cominciata una proficua collaborazione.

In occasione del XX anniversario di “On the road” sono in programma eventi particolari e verranno coinvolti anche alcuni paesi adiacenti: l’anteprima gratuita il 3 luglio con l’operetta buffa da strada “Carillon d’amore” e il Tao Love Bus Experience, un pulmino hippy munito di sound system che percorrerà le strade tra Diacceto e San Francesco. Il festival vero e proprio comincerà venerdì 4 luglio alle 17,30 con l’happening “Buon compleanno On the road”, una parata per le strade di Pelago, seguita dal jazz tzigano dei Taraf Carpazi, le pizziche degli Antidotum Tarantolae e il folk elettrico dei Martinicca Boison.

Per la serata di sabato 5 luglio sono invece in programma il “Ballatucaballajù” di Alfio Antico, che vanta collaborazioni con Bennato, De Andrè, Lucio Dalla, Albertazzi e che con i suoi tamburi mira a farci riscoprire l’antica saggezza della terra siciliana. A seguire il folk duo inglese Joe Broughton e Kevin Dempsey e ancora l’appuntamento con Pino Masi, figura storica della canzone di lotta italiana. La giornata conclusiva del 6 luglio prevede l’assegnazione dei premi Comune di pelago 2008 con special guest dagli Usa Kreg Viesselman, i Taraf Carpazi e tanti altri.

Tra le altre novità di quest’anno “Film bus”, una sala cinematografica su quattro ruote e lo spazio Vide\On festival dove verranno proiettate le opere che hanno finora partecipato al concorso per film-maker da tre anni abbinato alla manifestazione. Ricordiamo infine “l’archivio del Folkstudio” che raccoglie importanti inediti di artisti italiani da Guccini a Lucio Dalla, ma anche testimonianze del Trio di Roma che tra gli anni ’60 e ’80 fu il più importante locale di musica dal vivo di Roma.

On the road è un’iniziativa importante per la realtà toscana, che non vuole limitarsi al turismo commerciale indirizzandosi verso un turismo “alternativo”, di qualità, come lo ha definito il consigliere regionale del Pd, Enzo Brogi, che sta lavorando a una legge sulla musica popolare per sostenere concretamente gli artisti.
“Pelago si distingue dagli altri festival perché non è solo una rassegna musicale – nota l’assessore alla cultura del comune di Pelago Gianluca Cotoneschi – lo scopo è quello di promuovere la musica di strada. Pelago dà la possibilità per gli artisti che partecipano al concorso, di confrontarsi, contaminarsi gli uni con gli altri vivendo una dimensione artistica che in molti casi ha consentito ai vincitori di affermarsi presso il grande pubblico”.

“Pelago è diventato conosciuto in tutto il mondo – ha commentato Bruno Casini, direttore artistico del Festival – buskers che hai visto all’On the road li puoi rincontrare nella metropolitana di Londra o New York oppure sulle Ramblas a Barcellona o ancora sul lungomare a Marsiglia”. Per informazioni su orari e biglietti tel 055.8327301 – www.comune.pelago.fi.it[email protected]. Prevendite Box-Office.