venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Trapianti infetti, pazienti risarciti

Trapianti infetti, pazienti risarciti

Sono già stati liquidati i risarcimenti del danno a due dei tre pazienti che, nel 2006, avevano subito un trapianto di organi infetti dall'Hiv a Careggi. Si chiude in questo modo il processo alla biologa che aveva commesso l'errore. Ancora da definire il risarcimento al terzo paziente coinvolto nella vicenda.

-

Due risarcimenti già liquidati dalla compagnia assicuratrice dell’azienda ospedaliera di Careggi: si chiude così il processo nei confronti della biologa che, nel 2007, era stata responsabile dell’errore che aveva portato al trapianto, in tre pazienti, di organi infetti dal virus dell’Hiv a Careggi.

La donna era stata rinviata a giudizio: ora i due pazienti – che sono stati risarciti – hanno rimesso le loro querele.

Resta ancora da definire il risarcimento nei confronti del terzo paziente coinvolto nella vicenda. Quest’ultimo, al contrario degli altri due, aveva intrapreso soltanto un’azione civile.

 

Ultime notizie

Contro l’Udinese nella Fiorentina rientra Ribéry

Probabile l’utilizzo anche di Kokrin, assente Bonaventura: le probabili formazioni di Udinese - Fiorentina

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno