venerdì, 10 Luglio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Trapianti infetti, pazienti risarciti

Trapianti infetti, pazienti risarciti

Sono già stati liquidati i risarcimenti del danno a due dei tre pazienti che, nel 2006, avevano subito un trapianto di organi infetti dall'Hiv a Careggi. Si chiude in questo modo il processo alla biologa che aveva commesso l'errore. Ancora da definire il risarcimento al terzo paziente coinvolto nella vicenda.

-

Due risarcimenti già liquidati dalla compagnia assicuratrice dell’azienda ospedaliera di Careggi: si chiude così il processo nei confronti della biologa che, nel 2007, era stata responsabile dell’errore che aveva portato al trapianto, in tre pazienti, di organi infetti dal virus dell’Hiv a Careggi.

La donna era stata rinviata a giudizio: ora i due pazienti – che sono stati risarciti – hanno rimesso le loro querele.

Resta ancora da definire il risarcimento nei confronti del terzo paziente coinvolto nella vicenda. Quest’ultimo, al contrario degli altri due, aveva intrapreso soltanto un’azione civile.

 

Ultime notizie

Guida 2020 ai locali estivi di Firenze, per drink e musica all’aperto

Sono meno, ma sono aperti: ecco i bar e gli spazi open air per trascorrere l'estate 2020 tra musica, buon cibo e divertimento (in sicurezza). Dal lungarno fino al centro passando dalla periferia

Stato di emergenza, arriva la proroga: cosa comporta

Ci sarà la (scontata) proroga dello stato di emergenza: quando finisce e cosa comporta? Ecco cosa prevede la legge

Treno gratis per chi ha 18 anni: in Toscana il “regalo” di agosto

Come funziona l'iniziativa per chi compie la maggiore età. Un mese di spostamenti gratis sui convogli regionali, ma attenzione, va richiesta una card

F1, GP Mugello: biglietti per il pubblico o Formula 1 a porte chiuse?

Per la prima volta il circus sbarca sul circuito toscano e festeggia le mille gare della Ferrari, la padrona di casa