I progetti arrivano in risposta all’iniziativa varata dall’Ente provinciale che, nel gennaio scorso, aveva pubblicato un “Avviso indicativo di finanza di progetto” al fine di stringere una collaborazione con il mondo imprenditoriale nella duplice prospettiva di provvedere al recupero delle traverse presenti sull’Arno nel tratto che attraversa il proprio territorio e di sfruttare tali manufatti per la produzione di energia rinnovabile di origine idraulica.

Tale iniziativa era stata intrapresa dopo che alcuni approfondimenti (tecnici, scientifici, finanziari) condotti dalla Direzione Difesa del Suolo e Protezione civile della Provincia, unitamente all’Università di Firenze – Dipartimento di Scienze della Terra, avevano confermato la sussistenza dei requisiti di convenienza e sostenibilità finanziaria.

Ieri, alla scadenza del termine per la presentazione delle proposte, si è palesato il forte interesse del mondo  imprenditoriale. Gruppi d’imprese e studi di progettazione molto importanti nel panorama nazionale hanno presentato tre proposte distinte, che saranno vagliate nei prossimi mesi dalla Provincia col supporto di esperti. Fra queste, entro quattro mesi – ovvero entro il maggior tempo che potrà essere concordato – verrà individuata quella più rispondente al pubblico interesse. Il relativo progetto preliminare verrà successivamente posto in gara secondo l’iter procedurale previsto dal codice dei contratti.