martedì, 13 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTreni toscani, promossi o bocciati?

Treni toscani, promossi o bocciati?

sondaggio per verificare il trasporto ferroviario toscano. il risultato è abbastanza soddisfacente

-

Sono state effettuate 4000 interviste per un giudizio sul trasporto ferroviario della Toscana. Gli utenti intervistati sono soprattutto donne (59%), giovani e giovani adulti (oltre il 57% degli utenti ha età compresa tra i 14 e i 30 anni) e nella maggioranza dei casi studenti ed impiegati (rispettivamente il 46% e 22,6%), con un elevato livello di istruzione.

Il risultato è abbastanza soddisfacente: quasi 9 utenti occasionali su 10 si dichiarano soddisfatti della qualità del servizio (88%), mentre per quanto riguarda i pendolari, anche se il risultato è meno positivo è comunque soddisfacente (72%), con una crescita di apprezzamento rispetto all’indagine effettuata nel 2007.

«Migliorano i risultati, ma dobbiamo continuare ad investire per il servizio ferroviario», commenta l’assessore ai trasporti e alla infrastrutture della Regione Toscana, Riccardo Conti. «Memorario va in questa direzione. Inoltre, dal 2011 avremo 26 nuovi treni per le linee regionali. Il nostro impegno deve garantire un servizio che cresce e si potenzia anche con un miglioramento degli standard di qualità. Vogliamo arrivare a 500.000 viaggiatori soddisfatti del treno, che siano pendolari o turisti: un viaggio in condizioni ambientali disagiate è un pessimo servizio che rendiamo anche alla nostra cultura di accoglienza e alla nostra immagine turistica».

Tra gli aspetti che incidono sul giudizio dei viaggiatori, il primo posto spetta alla puntualità del trasporto (fondamentale per il 28% degli intervistati); seguono la frequenza delle corse (23%), la velocità/tempi di percorrenza (19%), ma anche la disponibilità di parcheggi e l’integrazione con gli altri mezzi di trasporto (circa 15%).

 

 

Ultime notizie