giovedì, 24 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTumore utero, 3.500 vittime all'anno....

Tumore utero, 3.500 vittime all’anno. Ora un convegno

Dal 6 all'8 maggio si terrà il decimo workshop su "Patologia del Tratto Genitale Inferiore" al Centro Congressi Principe di Piemonte di Viareggio. Studiosi ed esperti si confronteranno sulle nuove tecniche di prevenzione del tumore al collo dell'utero, che ogno anno fa 12mila vittime in Europa.

-

3.500 donne morte in Italia ogni anno, 12mila in Europa: questi i tremendi numeri del tumore al collo dell’utero. 

Ed è proprio di questo che si parlerà al decimo workshop su “Patologia del Tratto Genitale Inferiore”, in programma a Viareggio, al Centro Congressi Principe di Piemonte, dal 6 all’8 maggio prossimi, quando studiosi ed esperti si confronteranno sulle nuove tecniche di prevenzione del tumore al collo dell’utero.

Parteciperanno alla manifestazione anche studiosi di Istituti universitari americani ed europei, che a Viareggio discuteranno del potenziamento della prevenzione da realizzarsi con le campagne di screening sia attraverso il Pap-test, che ogni donna in età fertile dovrebbe effettuare periodicamente, sia attraverso il test di biologia molecolare per la ricerca del Papilloma virus (determinante nella trasformazione tumorale delle cellule infettate) e che, a breve, sostituirà il tradizionale “striscio”.

Secondo gli organizzatori del workshop, a causa degli enormi costi attuativi, le campagne di screening con Pap-Test sono effettuate in maniera sporadica e solo in alcune province italiane, lasciando scoperta dall’esame preventivo una larga fascia di popolazione di bassa condizione socio-economica e a maggior rischio. E’ anche per questo che molte donne, anche in Italia, continuano ad ammalarsi e a morire di questa malattia.

 

Ultime notizie