lunedì, 26 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaArrivano i fondi per aprire...

Arrivano i fondi per aprire il tunnel sotto l’Arno a Firenze

La Regione finanzia con 7,5 milioni il recupero del "passaggio segreto" sotto il fiume Arno, all'altezza della pescaia di San Niccolò

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Una sorta di “Corridoio Vasariano” sotterraneo, l’ha già ribattezzato il governatore della Toscana Eugenio Giani, che da anni accarezza l’idea di riaprire il tunnel sotto l’Arno a Firenze, un passaggio va dalla Torre della Zecca a piazza Poggi. Adesso arrivano i fondi per trasformare questa idea in realtà ed è proprio la Regione ad aver individuato le risorse. Per mettere in sicurezza questo “percorso segreto subacqueo” è stato previsto un finanziamento di 7,5 milioni di euro nell’ambito del Fondo di sviluppo e coesione, piano che nei prossimi giorni sarà firmato da Giani con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

Il progetto per il tunnel sotto l’Arno a Firenze

D’intesa con il Comune di Firenze, il progetto per rendere percorribile questo tunnel, lungo circa 250 metri, riguarderà in particolare una delle due gallerie “gemelle” che corrono vicino alla pescaia di San Niccolò. Un tempo facevano parte della Fabbrica dell’acqua, il vecchio acquedotto cittadino, dismesso nel 1959. Il passaggio, di cui si parla da tempo, è però interessato da infiltrazioni ed è in parte allagato. I fondi serviranno a opere di messa in sicurezza e di impermeabilizzazione.

- Pubblicità -

“Questo intervento ricostruirà il vecchio percorso pedonale dal lungarno della Zecca, in riva destra, fino a Piazza Poggi – ha spiegato Eugenio Giani -. Un percorso affascinante che permetterà ai turisti che arrivano con i bus sui lungarni, di riemergere, facendo pochi passi a piedi, in Oltrarno, visitando così una parte di Firenze meno battuta ma altrettanto importante e suggestiva”. L’obiettivo è di portare i flussi turistici anche alla scoperta di una piccola perla dell’Oltrarno, il Museo Casa Siviero (di proprietà della Regione e ora in fase di restyling). Qui si trova la raccolta d’arte dello “007 dell’arte” Rodolfo Siviero, che contribuì a riportare a Firenze molte delle opere trafugate dai nazisti.

Dove si trova il tunnel sotto l’Arno: un passaggio segreto a Firenze

Il tunnel si trova vicino alla pescaia di San Niccolò, in uno dei punti più suggestivi di Firenze, 5 metri sotto il letto dell’Arno. Il passaggio deriva da un antico camminamento che usavano i soldati per spostarsi dalla Torre della Zecca a quella di San Niccolò e in seguito, ai tempi di Firenze Capitale, è stato adattato a un nuovo e più moderno utilizzo come infrastruttura dell’acquedotto. La galleria, a cui si accede da due pozzi su entrambe le sponde, è formata da due canali uno a monte, che serviva a fare una prima depurazione dell’acqua, l’altro più a valle, che conteneva il tubo dell’acquedotto ed era utile per l’ispezione e la manovre degli operai. È proprio questo secondo cunicolo, largo 2-3 metri, che si pensa di rendere fruibile al pubblico.

- Pubblicità -

Da una ventina di anni si ipotizzava una possibile riapertura del tunnel sotto l’Arno: l’idea fu lanciata dallo stesso Giani quando era assessore del Comune di Firenze e ripresa in seguito anche da Matteo Renzi, quando era sindaco. L’ultimo sopralluogo istituzionale risale allo scorso luglio, quando il governatore insieme al primo cittadino Nardella hanno ispezionato il canale a bordo di un piccolo gommone (qui sotto le foto).

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -