giovedì, 6 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTv, la ''rivoluzione'' si avvicina...

Tv, la ”rivoluzione” si avvicina a Firenze: switch off in Mugello

Conto alla rovescia per il passaggio al digitale terrestre in Mugello. Lo swtich è fissato da venerdì 11 novembre: ecco tutto quello che c'è da sapere. E Firenze è sempre più vicina...

-

Conto alla rovescia per il passaggio al digitale terrestre in Mugello.

SI CAMBIA. Lo swtich è fissato da domani, venerdì 11 novembre: la televisione cambia e passa al sistema di trasmissione digitale terrestre, con un maggior numero di canali disponibili e una migliore qualità audio e video. Ma cosa devono fare (e sapere9 i cittadini? In primo luogo controllare il proprio apparecchio televisivo, acquistare un decoder se necessario, controllare l’antenna e l’impianto di distribuzione domestico e condominiale del segnale. Per vedere la tv digitale terrestre serve un decoder esterno (un apparecchio che riceve questo tipo di segnale, che può essere acquistato in centri/negozi di elettrodomestici) che va collegato al vecchio televisore di casa, oppure un televisore con decoder integrato.

“CI VORRA’ PAZIENZA”. “Il passaggio al digitale terrestre avverrà a partire da domani, è una tecnologia nuova ma si potrebbero presentare problemi tecnici, come ricezione debole del segnale o segnale assente in aree coperte o poco raggiunte da ripetitori, antenne o impianti domestici vecchi, non adatti – avverte l’assessore alla Comunicazione del Comune di Borgo San Lorenzo Stefano Marucelli -. Ci vorrà un po’ di pazienza e i tecnici ci segnalano che per poter capire che tipo di problema è bisogna attendere l’accensione del segnale digitale, far passare qualche ora dall’accensione e ripetere, anche più volte, nei giorni successivi la sintonizzazione dei canali col decoder esterno o integrato – aggiunge -. Comunque, per domande e chiarimenti sono a disposizione dei cittadini il ‘punto digitale’ attivato dal Comune, il sito web della Regione e il numero verde del ministero”.

INFO & CONTRIBUTI. La Regione Toscana ha attivato una sezione del suo sito internet dedicata al passaggio al digitale Tv: all’indirizzo www.regione.toscana.it/tvdigitale è possibile trovare tutte le informazioni utili. Agli anziani di 65 anni o d’età superiore con un reddito dichiarato nel 2010 (redditi 2009) pari o inferiore a 10.000 euro e che sono in regola col pagamento dell’abbonamento Rai, è riconosciuto un contributo di 50 euro per l’acquisto di un decoder. Al momento dell’acquisto bisogna esibire: copia del documento d’identità, copia del codice fiscale, autocertificazione di non fruizione del contributo in precedenza e di possesso dei requisiti di reddito richiesti (compilabile anche presso i rivenditori), ricevuta di pagamento dell’abbonamento Rai dell’anno in corso. Scelto il decoder tra quelli per cui è previsto il contributo, il prezzo sarà scontato automaticamente dei 50 euro.

I VECCHI TELEVISORI. I televisori dismessi sono rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e quindi devono essere raccolti e gestiti in modo differenziato e avviati a recupero secondo le modalità previste dalla legge (Decreto Legislativo 151/05). Per farlo, si può: consegnare il vecchio televisore al rivenditore al momento dell’acquisto del nuovo (l’operazione, come stabilisce la legge, deve essere gratuita essendo il costo dello smaltimento già compreso nel prezzo del nuovo) oppure rivolgersi al gestore del servizio di igiene urbana, Publiambiente, prenotando il servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti al numero verde 800.980.800.

“PUNTO DIGITALE”. Per agevolare i cittadini nel passaggio al digitale terrestre, il Comune ha allestito in collaborazione con la Regione Toscana un “punto digitale”, cioè un punto informativo presso il Centro d’Incontro in piazza Dante 33, con un operatore qualificato, che resterà aperto il martedì, mercoledì e giovedì in orario 17-19 fino al 31 dicembre. Per tutte le info: numero verde 800 022 000, www.decoder.comunicazioni.it.

Ultime notizie