sabato, 13 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn concorso per i giovani...

Un concorso per i giovani talenti italiani nel mondo

Torna anche per il biennio 2010-2012 il concorso Movin'Up, che sostiene i giovani talenti italiani emergenti nel mondo, promosso dal Ministero per Beni culturali e da GAI, l’Associazione per il circuito dei giovani artisti italiani di cui fa parte l’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Firenze.

-

Pubblicità

Si tratta di un bando rivolto ai giovani creativi tra i 18 e i 35 anni che sono stati ammessi o invitati ufficialmente all’estero da istituzioni culturali, festival, enti pubblici e privati a concorsi, seminari, stage o iniziative analoghe o che abbiano in progetto produzioni artistiche da realizzare presso centri e istituzioni straniere. I settori artistici ammessi sono: arti visive, architettura, design, musica, cinema, video, teatro, danza, performance, scrittura. Il bando scade il 30 settembre e offre ai vincitori un contributo per coprire parte dei costi di viaggio, vitto, alloggio e produzione all’estero.

Giunto alla sua dodicesima edizione, Movin’Up si propone di promuovere il lavoro degli artisti italiani in ambito internazionale attraverso reali occasioni di visibilità e di rappresentazione della loro attività; di supportare la produzione dei progetti più interessanti dal punto di vista dell’innovazione e della multidisciplinarietà, dando un impulso alla circuitazione della ricerca artistica nazionale nel mondo; di favorire la partecipazione di giovani creativi a qualificati programmi di formazione, workshop, stage organizzati da istituzioni estere che offrano reali opportunità di crescita artistica e professionale.

Pubblicità

L’iniziativa, realizzata attraverso lo stanziamento di un fondo annuale erogato in sessioni, permette agli artisti di richiedere un sostegno a parziale copertura delle spese di viaggio e/o di soggiorno e/o di produzione nella città straniera ospitante. Tutte le informazioni e la modulistica di partecipazione su www.giovaniartisti.it.

Pubblicità

Ultime notizie