domenica, 17 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Un concorso per l'universo gay

Un concorso per l’universo gay

-

 

Il video (in formato vhs e dvd), della durata massima di 3 minuti, può essere un documentario ma anche una fiction, un video-arte o elettronica. Il materiale deve essere inviato entro il 15 ottobre 2008. Il vincitore riceverà in premio 1.000 euro. Il concorso, presentato stamani dall’assessore alle politiche giovanili Daniela Lastri, il presidente dell’associazione Ireos Mirco Zanaboni e Bruno Casini direttore artistico del Festival, è stato organizzato da Ireos, in collaborazione con l’assessorato alle pari opportunità e politiche giovanili del Comune di Firenze con un contributo per il premio e la pubblicizzazione sul Portale giovani e la pubblicazione del materiale informativo, e con Eventi Srl. “E’ un evento che propone vivacità culturale per la città – ha spiegato l’assessore alle politiche giovanili Daniela Lastri – ed è un’occasione per molti giovani che si vogliono cimentare come video-maker per promuovere un confronto e una riflessione sulle discriminazioni di genere, di sesso e culturali. La collaborazione attraverso il Portalegiovane, che sta andando avanti da sei anni, vuole stimolare fra i giovani un’attenzione sulle tematiche queer e il proseguimento di un impegno da parte delle istituzioni. Ritengo quindi importante promuovere iniziative come queste, che offrono una serie di opportunità per affrontare in modo diverso il tema della paura dell’altro che non conosciamo, e della diversità, che sono invece una ricchezza della società”. I migliori video verranno selezionati dagli organizzatori e proiettati durante la sesta edizione del Florence Queer Festival, rassegna di cinema e video queer che si terrà a Firenze dal 28 novembre al 4 dicembre e inseriti sul sito internet www.florencequeerfestival.it In quella sede, una giuria composta da esponenti del cinema e della comunità queer voterà il miglior video l’ autore/autrice vincerà 1000 euro e la possibilità di veder proiettato il suo lavoro nelle principali rassegne a tema italiane. L’iscrizione al concorso e’ gratuita. La parola “queer” rappresenta tutti coloro che hanno un orientamento sessuale diverso dall’eterosessualità, un termine quindi che allarga la tradizionale definizione di omosessuale, maschile e femminile, anche ai bisessuali, ai transessuali e a coloro che culturalmente si definiscono transgender, cioè trasversali ai generi. Il concorso intende mostrare un’identità queer in movimento, in continua metamorfosi, dove sensibilità e scelte differenti coesistono intrecciandosi, per contribuire a trasformare questa identità da emergenza sociale a protagonista del pensiero e della creazione culturale. Videoqueer rappresenta al contempo anche una possibilità di stimolare il confronto interculturale all’interno della società, una fonte di arricchimento etico, politico e culturale per tutti. La finalità specifica di Videoqueer è quella di raccogliere e allo stesso tempo promuovere, con uno spazio dedicato, le tracce di un discorso audiovisivo indipendente nell’ambito della produzione nazionale e internazionale emergente. Il video concorso riserva infatti uno sguardo particolare alle produzioni indipendenti e giovanili, fiorentine, nazionali e internazionali. Il concorso offre quindi importanti opportunità e interesse: dai 20 video arrivati per la prima edizione siamo arrivati ai circa 80 arrivati per l’edizione 2007, e la qualità delle opere è in costante crescita, e in alcuni casi la non ammissione alla selezione è dovuta esclusivamente alla durata superiore ai tre minuti, unico vincolo del concorso. I vincitori della scorsa edizione sono stati Irene Caselli con MAc in Love, Valerio Casciarri con Vetro Spezzato, Fabrizio Romano con E se Dio Fosse d’accordo? . Inoltre il concorso è un buon trampolino di lancio per i giovani che vogliono cimentarsi con la produzione di video, e Videoqueer continua a produrre e partecipa a molti Festival italiani, tra tutti ricordiamo il più importante, Torino GLBT Film Festival, e il Festival di Milano. Per ulteriori informazioni o per richiedere la scheda di partecipazione consultare il sito www.florencequeerfestival.it, oppure www.portalegiovane.comune.fi.it. I video, insieme alla scheda d’iscrizione, devono essere inviati a: Silvia Minelli – via Bonifacio Lupi 5a/r – 50129 Firenze. Per informazioni: Associazione Ireos, via de’ Serragli, 3 – tel e fax 055/216907(pc)

 

Ultime notizie

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)

Quante persone possono partecipare ai funerali: il Dpcm Covid e le regole

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe secondo il Dpcm