giovedì, 5 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn francobollo per Firenze: simbolo...

Un francobollo per Firenze: simbolo della ripresa post Covid

È stato stampato dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa su carta bianca, con bozzetto a cura del Centro filatelico della direzione operativa dell'Istituto poligrafico e Zecca dello Stato.

-

Un francobollo per rappresentare la voglia di Firenze di rinascere dopo la pandemia Covid 19. Piazza Santa Croce fotografata in un giorno di lockdown.

Un francobollo dedicato a Firenze dal Ministero dello Sviluppo Economico

“L’Italia riparte…Firenze ti aspetta”. È questo l’incipit che celebra l’emissione, da parte del ministero dello Sviluppo economico, di un francobollo ordinario dedicato a Firenze all’interno della serie tematica “Il Patrimonio artistico e culturale italiano”.
Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa su carta bianca, con bozzetto a cura del Centro filatelico della direzione operativa dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato. Sono in tutto sei i francobolli emessi oggi, 30 giugno 2021, e dedicati a città uniche al mondo: Firenze, Venezia, Roma, Napoli, Milano e Palermo unite per celebrare la ripartenza dell’Italia intera.

La voglia di rinascita in una Firenze post Covid: “La bellezza ci salverà”

È presente anche un passaggio del testo del Bollettino Filatelico a firma del sindaco Dario Nardella: “Col suo patrimonio storico artistico di inestimabile valore, Firenze è sinonimo di bellezza nel mondo. E anche di bellezza abbiamo bisogno per superare questo difficile momento. La bellezza ci salverà”.

Santa Croce foriera di grande ispirazione

All’evento di presentazione erano presenti oggi gli assessori al Turismo Cecilia Del Re e allo Sport Cosimo Guccione, il direttore della Filiale Firenze 1 Poste Italiane Pio Violante, la presidente dell’Opera di Santa Croce Cristina Acidini, il rettore della Basilica di Santa Croce Padre Paolo Bocci, il direttore di Fondazione Sistema Toscana Francesco Palumbo, il consigliere delegato al Turismo della Città Metropolitana di Firenze Tommaso Triberti.
Come sottolineato da Del Re per la fase di rinascita è indispensabile “fare tesoro di ciò che abbiamo vissuto e accompagnare la ripresa del turismo nel modo più sostenibile possibile”. Acidini, nel primo impegno pubblico come presidente dell’Opera di Santa Croce, ha evidenziato che “Santa Croce con la sua piazza vuota è una icona eccezionale, foriera di grande ispirazione”.

Ultime notizie