mercoledì, 3 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Un minuto di silenzio per...

Un minuto di silenzio per l’Abruzzo

Anche gli amministratori e i dipendenti del Comune di Firenze hanno osservato, questa mattina, un minuto di silenzio "che rappresenta un abbraccio simbolico alle popolazioni abruzzesi duramente colpite dal terremoto". Oggi, giorno dei funerali delle vittime del sisma, è giornata di lutto nazionale.

-

Un minuto di silenzio per l’Abruzzo. “Un minuto di silenzio che rappresenta un abbraccio simbolico alle popolazioni abruzzesi duramente colpite dal terremoto”, ha detto il vicesindaco di Firenze Beppe Matulli agli amministratori e ai dipendenti che stamani, alle 9.30, si sono radunati nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio rispondendo alla giornata di lutto nazionale proclamata in concomitanza coi funerali di Stato.

“In questi tragici giorni – ha aggiunto il vicesindaco – i mezzi di comunicazione ci hanno permesso di essere idealmente partecipi della sofferenza di tanta gente, alla quale va la solidarietà e il sostegno della città di Firenze”.

Per tutta la giornata le bandiere sugli edifici del Comune di Firenze sono esposte a mezz’asta.

Ultime notizie

Covid Toscana, sono i 1.163 nuovi casi: i dati del 3 marzo

I dati del bollettino Covid della Toscana del 3 marzo: casi di nuovo sopra quota mille, percentuale positivi al 4,67%

A che ora chiudono i bar e fino a quando sono aperti per l’asporto

Il nuovo Dpcm Draghi stabilisce a che ora chiudono i bar e i ristoranti dal 6 marzo: ecco quando possono stare aperti e le novità per gli orari dell'asporto

Centri commerciali aperti o chiusi sabato e domenica: cosa dice il nuovo Dpcm

Shopping a ostacoli. In zona bianca, gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali anche per il nuovo Dpcm Draghi. Quando riapriranno?

Quante persone possono partecipare ai funerali in zona gialla, arancione e rossa

Funerale in zona gialla, arancione o rossa, le regole anti-Covid: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe agli spostamenti secondo il Dpcm