Tutti insieme per dare il “benvenuto” al nuovo ciclodromo. Sarà l’assessore allo sport Eugenio Giani, assieme al commissario tecnico Franco Ballerini, all’ex ct Alfredo Martini, al presidente della Federciclismo Renato Di Rocco e a quello regionale Riccardo Nencini, a tagliare il nastro del nuovo ciclodromo realizzato dal Comune di Firenze a San Bartolo a Cintoia.

L’intervento, redatto dalla direzione servizi sportivi e tempo libero del Comune di Firenze, è stato effettuato dall’impresa Firenze Lavori srl di Scandicci, per un importo complessivo di 250mila euro. La cerimonia, in programma domenica 18 gennaio a partire dalle 10, è stata presentata oggi dall’assessore Giani, dal presidente della commissione sport del Quartiere 4 Romano Prunecchi e dal presidente dell’Itala Ciclismo 1907 (società che ha visto come atleta l’attuale ct Ballerini) Giuliano Cenni.

“Questo impianto – ha sottolineato l’assessore Giani – è il primo dei sei che costituiranno il polo sportivo di San Bartolo a Cintoia in un’area di 13 ettari e che comprenderà anche un campo da football e rugby, una piscina, campi da calcetto, una palestra per l’arrampicata e campi da squash. Il ciclodromo, che sarà intitolato a Graziella Cenni sorella di Giuliano presidente dell’Itala Ciclismo, è il primo impianto specifico per questa disciplina, e consentirà ai giovanissimi di avvicinarsi a questo sport in massima sicurezza. Sono certo che il ciclodromo avvierà una nuova generazione di ciclisti che allungheranno la tradizione della nostra città”.

Il ciclodromo sorge lungo il perimetro della vasca di esondazione nell’area posta fra il torrente Greve e via Simone Martini: si tratta di un nastro stradale per uno sviluppo complessivo di circa 450 metri, largo 6 metri. L’intervento comprende anche cancelli scorrevoli di accesso e una recinzione a protezione e delimitazione della pista, che sarà predisposta per il collegamento con la nuova viabilità esterna al PRU di San Bartolo, creando nel futuro un nastro ciclabile della lunghezza di circa due chilometri.

L’opera costituirà un’importante infrastruttura per il ciclismo giovanile, attualmente assente in zona e consentirà ai ragazzi di allenarsi in un luogo protetto e sicuro, lontano dal traffico cittadino. Alle cerimonia, oltre alle autorità, sono state invitate tutte le società ciclistiche della provincia e, tempo permettendo, si leverà in volo una mongolfiera (noleggiata col contributo della Banca del Chianti Fiorentino). Nell’occasione saranno raccolte offerte per il Fondo Essere.