sabato, 18 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn 'nuovo' Donatello per il...

Un ‘nuovo’ Donatello per il museo del Bargello

Il 'nuovo' Donatello al Bargello: è la Madonna di via Pietrapiana, acquistata dal Ministero della Cultura per 1,2 milioni di euro

-

- Pubblicità -

Un ‘nuovo’ Donatello per il museo nazionale del Bargello. È stato il Ministero della Cultura, con un investimento di 1,2 milioni di euro, ad acquistare la Madonna di via Pietrapiana, terracotta del maestro risalente al 1450-1455 circa (cm 86 x 64 x 12,5) e unica opera autografa di Donatello fino a tempi recenti ancora di proprietà privata. L’opera è stata assegnata alle collezioni del museo nazionale del Bargello e allestita nel Salone di Donatello.

Il ‘nuovo’ Donatello: dove si trovava

Il ‘nuovo’ Donatello si trovava in un tabernacolo, sulla facciata dell’edificio al numero 38 di Via Pietrapiana, all’angolo con Via de’ Pepi, a Firenze. Il rilievo era già stato dichiarato di interesse storico-artistico particolarmente importante con un decreto emanato del 2011.

- Pubblicità -

Nel 2021, quando l’opera è stata presentata per avere autorizzazione alla vendita su territorio nazionale, i Musei del Bargello di Firenze, nella persona del direttore, Paola D’Agostino, hanno segnalato al Segretariato Regionale per la Toscana e alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Firenze nonché alla Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, l’interesse all’acquisto in via di prelazione dell’opera da parte dello Stato. La procedura amministrativa è stata lunga, fino al 9 novembre, giorno in cui ufficialmente è stato comunicato l’acquisto della Madonna di via Pietrapiana.

La fortuna dell’opera

Il nuovo ‘Donatello’ è stata riconosciuta come autografa nel 1986 da Charles Avery e ritenuta tale anche dalla critica successiva. Si tratta di un’opera che, ai tempi, ebbe grande fortuna tanto che furono fatte numerose copie. Oggi le copie si trovano a Londra, Berlino.

- Pubblicità -

L’originale sarà a Firenze e si differenzia dalle altre dalla qualità del modellato. Paola D’Agostino, direttore dei musei del Bargello, ha detto che tale acquisizione è di “eccezionale importanza per il patrimonio dello Stato Italiano. La Madonna col Bambino di via Pietrapiana sarà esposta nel Salone di Donatello, accanto agli altri capolavori del maestro e in dialogo con le opere di Luca della Robbia, Nanni di Banco e altri artisti del Quattrocento, in attesa di un riallestimento del Salone previsto per i mesi del 2024 e curato da Ilaria Ciseri”. La soprintendente Antonella Ranaldi ha confermato che il museo del Bargello “è la sede più adatta” per ospitare l’opera.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -