Nuova iniziativa di beneficienza della Fondazione “Tommasino Bacciotti”. Sabato 11 ottobre, in piazza della Repubblica, dalle 12 alle 20 si terrà la manifestazione “Un piatto per Tommasino”: in cambio di una libera donazione saranno offerti affettati e formaggi su un piatto realizzato per l’occasione da Mirella Pignatelli, decorato con una  farfalla, il logo della Fondazione, che rimarrà al donatore in ricordo della giornata.

L’Antica Macelleria Falorni realizzerà per l’occasione una soprassata da guiness dei primati, oltre 200 chili. “I miei dipendenti si sono offerti per venire a lavorare per questa bella manifestazione – ha dichiarato Stefano Falorni –Tutti i salumi saranno tagliati con delle macchine affettatrici storiche, di oltre 100 anni, di diversa provenienza, da quelle argentine ed olandese, a quelle fabbricate a Milano e Firenze”.

Ad animare la giornata le esibizioni degli Sbandieratori dei Borghi e dei Sestrieri Fiorentini e, per i più piccoli, divertimento con clown della Fondazione e numerosi gadget in regalo.

I fondi raccolti saranno interamente destinati al progetto “Casa Accoglienza Tommasino”. Come ha illustrato Paolo Bacciotti, presidente della Fondazione, uno dei problemi che colpisce le famiglie che hanno un bimbo malato di tumore è quello dell’alloggio. Molte famiglie che vengono da altre regioni dell’Italia, ma spesso anche dall’estero, si recano al Meyer per curare i figli, trascorrendo così lunghi periodi lontani da casa. “Non dobbiamo dimenticare – ha aggiunto Bacciotti – che spesso questi genitori per stare vicino ai figli sono anche costretti a lasciare il proprio lavoro, dunque la possibilità di offrirgli gratuitamente un alloggio per il periodo del loro soggiorno a Firenze rappresenta per noi un modo per poterli aiutare concretamente in un momento già di per sé estremamente difficile”.

La Fondazione Bacciotti ha ottenuto in comodato d’uso per diciotto anni la canonica della Chiesa di San Giovanni Battista in località Monteloro, risalente al 1350, che si trova in una splendida posizione, tra le colline e circondata dal verde. In fondi che saranno raccolti sabato 11 ottobre serviranno alla ristrutturazione della canonica che potrà così divenire un appartamento in grado di ospitare fino a due famiglie. Il servizio dei volontari della Fondazione provvederà ai trasferimenti da e per l’ospedale per i familiari dei bambini che siano sprovvisti di auto.

 “La provincia – ha spiegato il presidente del consiglio provinciale Massimo Mattei – ha già sottoscritto un protocollo con la Fondazione “Tommasino Bacciotti Onlus” per concretizzare alcuni importanti progetti di intervento assistenziale a favore dei bambini colpiti da gravi malattie e a sostegno dei loro familiari. La Fondazione è già conosciuta a Firenze, grazie anche alle corse gratuite di “Un taxi per amico” da e per l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, a favore dei familiari dei bambini ricoverati ed il trasporto gratuito di anziani indigenti, ospiti presso l’Istituto Montedomini di Firenze, che necessitano di essere accompagnati presso strutture sanitarie pubbliche. L’iniziativa di sabato tende, quindi, a far conoscere ulteriormente la Fondazione e punta a raccogliere fondi per un progetto ambizioso: una casa d’accoglienza per i familiari dei bambini malati”. “