Anche i giovani fiorentini hanno partecipato all'”Ad Spot Award”, la rassegna internazionale rivolta alla comunicazione sociale, pubblica e d’impresa. Il progetto Spot Lab ha visto coinvolte numerose scuole della nostra provincia e nel corso del convegno “Con i giovani si può. Comunicazione e sviluppo sociale: nuove esperienze” l’assessore alla pubblica istruzione Daniela Lastri, ha premiato gli spot più originali degli alunni. Le scuole premiate sono state: Goffredo Mameli con lo spot “Risucchiatore di cattiveria”, Gaetano Pilati con “Il mondo lo fai te, Dino Compagni con “No droga” e la Rodari con “Sanamerenda”.

Al convegno e alla premiazione erano presenti, tra gli altri, Carlo Sorrentino, docente all’Università di Firenze, Emanuele Dattoli dell’Istituto degli Innocenti e Cosimo Lorenzo Pancini di Studio KmZero, che hanno presentato la creatività di Trool.it, il web 2.0 dei bambini, mentre due giovani creativi (Francesca Casadei e Stefano Migliore) hanno presentato la loro strategia media elaborata per War Child, vincitrice a Cannes del Young Creative Media Competition.