venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn sabato a pulire. La...

Un sabato a pulire. La città

E' in programma il 25 settembre la seconda edizione di "Un bacione a Firenze", la giornata dedicata alla pulizia collettiva della città. Circa un migliaio i volontari: per la prima volta saranno all'opera anche gli "angeli del bello".

-

Quest’anno l’iniziativa “Un bacione a Firenze” si arricchisce dell’attività dei volontari della Fondazione di partecipazione “Angeli del bello”. Sabato 25 settembre, in occasione della seconda edizione della giornata dedicata alla pulizia collettiva della città, saranno all’opera per la prima volta gli “Angeli del bello”, ovvero i volontari disponibili a mettersi in gioco, a fare qualcosa per tenere pulita e per conservare bella la propria città. Saranno circa 1000 i cittadini che interverranno in diverse parti di Firenze e con metodologie diverse. La Fondazione, nata dalla collaborazione tra Quadrifoglio e l’Associazione Partners Palazzo Strozzi, vedrà il suo primo intervento proprio sabato dalle 9,30 alle 12 .

VOLONTARI. Un presidio di Quadrifoglio sarà presente in piazza Santa Maria Novella a partire dalle 8,30 e, chi non lo avesse ancora, fatto potrà aderire come volontario alla Fondazione, versando una quota minima di 5 euro. In cambio ciascun volontario riceverà del materiale informativo, una divisa e la copertura assicurativa per le attività svolte. Ogni “Angelo del bello” sarà riconoscibile perché avrà un cappellino rosso, una casacca bianca o ad alta visibilità (a seconda dell’intervento da fare) e un braccialetto.

ATTIVITA’. Le attività previste nel corso della mattina sono diverse. Singoli cittadini interverranno in piccoli gruppi, effettuando operazioni di micro pulizia e copertura delle scritte murarie (ovvero i proprietari puliranno i muri delle proprie abitazioni). Quadrifoglio inaugurerà le stazioni interrate per la raccolta dei rifiuti nella zona di Borgognissanti, e più precisamente sosterà per la vuotatura in via Maso Finiguerra, mentre il Comitato di via Palazzuolo ha coinvolto i proprietari dei fondi per ridipingere i bandoni scritti. Un gruppo di cittadini dell’associazione “Insieme per San Lorenzo”, l’associazione congolese e un gruppo di detenuti del carcere di Sollicciano puliranno parte della facciata del liceo classico Galileo in via Martelli, operazione resa possibile grazie alla collaborazione dei tecnici della Provincia di Firenze. Lo stesso gruppo interverrà nei giorni successivi in via della Colonna e via Maggio. Ci sarà poi un’operazione di micro pulizia delle fioriere in città, sparse in tutto il centro storico.

La Misericordia “adotterà” piazza del Duomo, mantenendola pulita e consegnando delle cartoline informative sulle buone pratiche, sia in lingua italiana che inglese. I ragazzi di Trisomia 21 e la Stanford University aiuteranno l’associazione che cura il giardino dell’Iris e collaboreranno, se possibile, anche per eventuali aperture straordinarie. La New York University curerà, invece, il Giardino dell’Orticoltura e insieme ai tecnici del verde pubblico del Comune stabiliranno successivamente anche un piano di piccoli interventi. La Gonzaga University “adotterà” piazza San Marco e zone limitrofe. Gli allievi della Scuola di Guerra Aerea si prenderanno cura del parco delle Cascine, raccogliendo le cartacce, ripulendo dalle foglie e coordinandosi sempre con il verde pubblico per tutte quelle piccole azioni indispensabili per rendere ancora più fruibile il parco.

I Canottieri Firenze ripuliranno lo scivolo di piazza Mentana. I centri commerciali naturali, grazie alla collaborazione di Confesercenti, toglieranno le scritte sui muri vicini ai loro negozi. Il centro anziani il Fuligno interverrà in via Faenza e sensibilizzerà gli altri centri anziani ad adottare piccoli pezzi di strada. La Uisp si occuperà di piazza Santa Maria Novella. L’associazione Borgo Ognissanti curerà la strada e la realizzazione di un’isola verde. La comunità peruviana curerà piazza dell’Unità e ripulirà i bandoni dei propri negozi, mentre l’Istituto Fanfani “adotterà” piazza Indipendenza. La scuola edile provvederà a restaurare un lastricato in via Calzaiuoli con un piccolo cantiere, mentre la Lav penserà a sensibilizzare i cittadini a raccogliere le deiezioni canine e a tenere pulite le aree per cani.

Ultime notizie