martedì, 7 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn weekend a tutto Genio

Un weekend a tutto Genio

Continuano gli appuntamenti e le inziative del Genio Fiorentino.

-

100 Cantori per Firenze, all’improvviso Dante, centro storico fiorentino, dalle ore 15,45 Cinquecento cantori, un vero e proprio popolo fatto di fiorentini e soprattutto ragazzi delle scuole che si cimenteranno nella declamazione simultanea dell’intera Divina Commedia. Fra i cantori anche Lucio Dalla interpreterà Dante. Un pomeriggio che parte alle 15,45 in Piazza Santa Croce e che troverà la sua naturale conclusione quando tutti i cantori eseguiranno la lettura corale del XXXIII canto del Paradiso all’interno del Duomo alle ore 20 circa.

Da Bidi Bodi Bu a Pitu Pitum Pa: quando Firenze era la capitale di Carosello, Sala Est-Ovest, Palazzo Medici Riccardi, ore 21,30 Presentazione di un video inedito con i protagonisti delle vecchie reclame del Carosello con sfondo Firenze. Da “La pancia non c’è più” a “Pitupitum Pa” un vero e proprio viaggio tra chi (produttori, operatori, registi, autori, animatori, grafici) fece diventare Firenze la riconosciuta capitale del Carosello.

Da Marignolle a Washington, Sala Pistelli, Palazzo Medici Riccardi, ore 11 – Franco Samoggia converserà con Francesco Colonna andando a ripercorrere con una serie di flash, come un gruppo di toscani, quasi tutti fiorentini ebbero a che fare con il “genio”. Una sintetica storia degli anni fra il 1944 e il 1984, di ciò che realizzò il gruppo di ricerca e sviluppo della SMA, una società di alta tecnologia che operò nel settore dei radar e “dintorni”.

Premio Vallombrosa, Sala Luca Giordano, Palazzo Medici Riccardi, ore 17,30 – Il secondo appuntamento del Premio internazionale Vallombrosa Gregor von Rezzori, prevede la lectio magistralis del grande scrittore irlandese John Banville. L’autore nel gennaio del 2003 è stato insignito del prestigioso premio internazionale Nonino per l’insieme della sua opera narrativa e ha vinto, anche, il Man Booker Prize 2005 con il romanzo The sea.

Arti e Artigiani, tra tradizione e innovazione, Ex Fornace Pasquinucci, Capraia Fiorentina, ore 16,30 Diciotto artigiani faranno dimostrazioni dal vivo della loro bravura per affascinare il pubblico. Alle 18, va inoltre in scena “Festino per la sera del Giovedì Grasso avanti cena” di Adriano Banchieri con il concerto de “Li Choregianti” e una degustazione di vino e prodotti tipici locali della “Fattoria Bibbiani” di Limite sull’Arno. (comunicato in allegato)

Il Genio nei luoghi della Fede, a partire dalle 21 Visita a Santa Trinita, la chiesa di San Giovanni Gualberto. I visitatori potranno ammirare opere di Lorenzo Monaco, Lorenzo Ghiberti, Desiderio da Settignano, Gentile da Fabriano, Neri e Lorenzo di Bicci e la magnifica Cappella Sassetti affrescata dal Ghirlandaio con le storie di S. Francesco. La Madonna in trono di Cimabue e l’Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano vennero dipinte appositamente per questa chiesa.

Percorsi meucciani – Un percorso didattico museale che porta a visitare i luoghi del sapere tecnico-scientifico nella Firenze di primo Ottocento. Un’occasione per conoscere i luoghi nei quali Antonio Meucci si formò come uomo e come scienziato. Le visite gratuite si terranno dal 16 al 19 e dal 21 al 23 maggio al Gabinetto Scientifico Letterario G. P Vieusseux, al Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, alla Fondazione Scienza e Tecnica, all’Accademia dei Georgofili, alla Biblioteca Nazionale Centrale, al Teatro della Pergola e all’Osservatorio Ximeniano.

Le curiosità del Genio Fiorentino: Il Tocco – alle 13 è stato sparato un botto dal Forte Belvedere per ricordare che è in corso il Genio Fiorentino.

I Bozzetti del Genio: dal balcone di Palazzo Medici verrà srotolato un bozzetto realizzato da Nano Campeggi.

Navetta Risciò – Navetta risciò per un itinerario alla scoperta delle residenze Medicee. Ogni giorno – dal 15 al 25 maggio – è disponibile dalle 17 alle 20 un servizio risciò che collega le più importanti residenze della famiglia Medici.

AperiGenius Da giovedì 15 a domenica 25 maggio dieci giorni di eventi enogastronomici nei locali più noti della movida fiorentina (Angels, Dolcevita, Moyo, Negroni, Rifrullo, Sanfrediavino, Slowly, Yab, Zoe, Caruso Jazz Cafè, Seidivino!).

La bottega dei ragazzi, (sezione didattica del MUDI, Museo degli Innocenti, via dei Fibbiai 2, Firenze). Tutti i giorni laboratori creativi sul patrimonio artistico e i diritti dell’infanzia per i bambini dai 3 agli 11 anni. Nella Bottega bambini e ragazzi troveranno lo spazio dove divertirsi: laboratori creativi, ispirati “all’imparar facendo”, come nelle botteghe d’artista rinascimentali.

Ultime notizie