lunedì, 28 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica "Una disgrazia la morte di...

“Una disgrazia la morte di Sandri”

E' il pensiero dell'agente Spaccarotella, a pochi giorni dal processo che lo vede imputato di omicidio volontario per la morte del tifoso laziale avvenuta all'autogrill di Badia al Pino, in provincia di Arezzo. Il poliziotto, che ora teme la minaccia degli ultras, non si sente già condannato.

-

Tra pochi giorni si terrà il processo che lo vede imputato di omicidio volontario per la morte di Gabriele Sandri, il tifoso ucciso da un colpo pistola all’autogrill di Badia al Pino (Arezzo) mentre stva andando a vedere una partita della sua Lazio: ora l’agente Spaccarotella dice la sua.

Il poliziotto, accusato della morte di Sandri, non si sente già condannato: teme la minaccia degli ultras, soprattutto per la sua famiglia, e vorrebbe incontrare i parenti di Gabriele.

Per quanto riguarda quello che successe quella mattina all’autogrill toscano, ripete la versione che da mesi racconta ai suoi difensori: lui è un poliziotto, non un assassino, e la morte di Gabriele Sandri fu una disgrazia.

Ultime notizie

Bonus tv, come richiederlo: modulo pdf per televisione e decoder DVB-T2

Addio al vecchio televisore o al vecchio decoder: in arrivo un nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. Per le famiglie a basso reddito c'è però un voucher per compare nuovi apparecchi

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili