domenica, 24 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Una full immersion dentro la...

Una full immersion dentro la natura con l’Ultra Trail Mugello

Il 26 aprile si terrà, nel Mugello, una gara di Ultra Trail, che prevede una corsa lunga 60 km in mezzo alla natura, disciplina quasi sconosciuta in Italia ma che già ha una storia all'estero.

-

Il 26 aprile sarà offerta, a un massimo di 450 partecipanti, la possibilità di provare un nuovo modo di fare sport, con una corsa lunga 60km (con l’alternativa, per i meno spavaldi, di un percorso di “soli” 22km) attraverso le amenità della selvaggia campagna mugellana. L’Ultra Trail del Mugello si proprone sia come attività sportiva “fuori dalla porta”, a stretto contatto con la natura, sia come un modo piacevole ed originale per rilanciare e valorizzare la bellezza delle terre toscane. L’iniziativa è stata presentata questa mattina, a Palazzo Medici-Riccardi; i conferenti erano Sonia Spacchini, assessore allo Sport della Pronvincia di Firenze, Giovanni Bettarini (presindente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello), Piero Sisti e Giovanni Zorn, presidente e vicepresidente dell’assiociazione Outdoor Mugello e Giacomo Tagliaferri, ex campione italiano di maratona.

ULTRA TRAIL. L’iniziativa, come riferito da Piero Sisti, prende vita dopo una birra bevuta insieme a Giovanni Zorn; non è il primo esempio di Trail in Italia (si ricordano, ad esempio, l’Elba Trail ed il Capraia Wild Trail), ma il paesaggio del Mugello rende quest’evento molto particolare. Come ricordano gli stessi ideatori, neppure la selezione di un tracciato di gara è stata difficile da fare, come avevano erroneamente ipotizzato, dato che il territorio toscano si presta talmente bene agli sport “outdoor” che i percorsi di gara si sono, praticamente, scritti da soli. La gara, infatti,  prevede due percorsi, uno di 60km ed uno di 22km (che altro non è che una “scala ridotta” del primo). Toccherà sette rifugi e bivacchi, dove avverrà il ristoro degli atleti. Il punto di partenza (nonché d’arrivo) prevede già una totale immersione nella natura, dato che è situato a Badia a Moscheta; seguirà un percorso unico, a forma di trifoglio, ricco di sali-scendi e panorami mozzafiato. Ai temi naturalistici si uniranno, in alcuni punti, quegli storici. Nella zona del Giogo, ad esempio, gli atleti passeranno accanto alle trincee tedesche costruite ai tempi della Linea Gotica. L’iter della gara tocca quote massime di 1.148 metri (presso il Crinale del Frassinello), quote minime di 407 metri (presso le Case Risolaia) e offre squarci di natura incredibili, come un passaggio attraverso una cascata vicino alla località del Mulino dei Diacci.

MUGELLO. L’iniziativa volge, oltre che all’attività sportiva, alla valorizzazione del territorio del Mugello, ricco di caratteristiche naturali, paesaggistiche e culturali tali da risultare particolarmente accogliente per tutte quelle discipline che prevedono un connubio tra sport e natura. Sono tante le attività sportive all’aperto già conosciute, ma – come spiega Giovanni Bettarini – questa ha qualcosa in più, poichè conserva la natura incontaminata, nello stesso tempo in cui su di essa investe. Il Mugello è una zona che spesso viene sottovalutata; con i suoi sentieri affascinanti e selvaggi (“come gli abitanti”, scherza Bettarini), è invece l’ideale “locus amenus” che tanti ricercano da sempre. Questa particolare attitudine del territorio agli sport outdoor è sottolineata anche da Giacomo Tagliaferri, che esprime anche il suo sogno di vederlo, un giorno, trasformato in una “valle dello sport”.

CURIOSITA’. L’Ultra Train aderisce alla campagna “Io non getto i miei rifiuti”. Per questo motivo, gli atleti dovranno essere muniti di proprie borracce (per evitare il disperdersi dei bicchieri usa e getta) e chi sarà scoperto a lasciare rifiuti tra i boschi sarà soggetto ad una penalizzazione. Il sistema di sicurezza sarà garantito in primis dal Servizio Alpino, ma ci saranno anche tre diversi punti medici e la Polizia provinciale. Inoltre, in occasione della gara è stato siglato un gemellaggio con il “Cellino X Trail”, che fa nascere la speranza che nasca un vero e proprio gemellaggio tra la valle del Mugello e quella del Cellino (come simbolo di cooperazione, gli organizzatori dell’Ultra Trail Mugello parteciperanno alla corsa del Cellino e viceversa).

Ultime notizie

Risorge la Fiorentina, battuto il Crotone

I viola chiudono il girone di andata con 21 punti, come la scorsa stagione

Toscana, zona gialla fino a quando. Fascia bianca ancora lontana

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: le regole. Intanto la regione "sogna" la zona bianca

Che colore siamo oggi: zona e colori per le regioni d’Italia (22 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Che zona è sabato e domenica: gialla, arancione o rossa

La mappa colorata d'Italia per il fine settimana: che zona è nelle diverse regioni sabato 23 e domenica 24 gennaio e cosa si può fare