La Fondazione vuole favorire e valorizzare l’impatto economico e sociale della ricerca universitaria sul territorio ed essere “il ponte tra ricerca, imprese e istituzioni- spiega Renzi – per lo sviluppo di progetti innovativi di cui il territorio metropolitano ha sempre più bisogno”.

La Fondazione, nata poco più di un anno fa, sta attualmente promuovendo importanti progetti di ricerca d’accordo coi bandi della programmazione regionale, coordinando, in particolare, il lavoro di definizione dei poli di innovazione e competitività nell’area metropolitana. La Fondazione sta anche progettando la creazione di centri di competenza quali l’edilizia sostenibile, l’infomobilità, la filiera corta dei rifiuti.

Nell’occasione sono stati esposti i progetti già avviati dalla fondazione di cui sono protagonisti i dipartimenti dell’ateneo insieme a enti e imprese del territorio metropolitano.

La visita della nuova sede è stata introdotta dalla storica dell’arte Ludovica Sebregondi con la relazione “Un luogo della Firenze ritrovata”.