Avevano usato il permesso invalidi della madre per arrivare vicino allo stadio con l’auto e parcheggiare senza problemi, ma sono stati scoperti e denunciati dalla polizia municipale. “Protagonisti”  due uomini residenti in provincia di Pisa, che sono stati denunciati. Nel corso di un controllo sui veicoli in sosta in viale Fanti, dove il parcheggio è riservato alle auto a servizio degli invalidi, prima dell’inizio della partita gli agenti hanno notato una Mercedes familiare di colore scuro che esponeva il contrassegno in modo poco visibile.

Prima della fine della partita gli agenti hanno scattato alcune foto per documentare l’eventuale uso illegittimo e, alla fine dell’incontro, hanno atteso il conducente. Poco dopo si sono avvicinati due uomini: questi sono saliti e al momento di partire sono stati fermati dagli agenti che hanno richiesto loro di mostrare il contrassegno esposto. Inizialmente il conducente ha dichiarato che l’invalido stava arrivando, ma dopo qualche minuto ha cambiato versione: il contrassegno era stato portato dall’amico che lo aveva preso alla madre invalida che si trovava a casa.

Alla fine è stato accertato che il permesso era stato utilizzato dai due uomini per poter arrivare e parcheggiare l’auto vicino allo stadio senza una reale necessità visto che non c’era nessun invalido. Per questo motivo, i due sono stati denunciati a piede libero per i reati di truffa, sostituzione di persona e falsità materiale commessa da privato.