sabato, 5 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Via Canova, consegnati sessanta nuovi...

Via Canova, consegnati sessanta nuovi alloggi Erp

È stato il sindaco Matteo Renzi a consegnare le chiavi degli appartamenti ai nuclei familiari assegnatari. ''Oggi è davvero un giorno di festa per la nostra città''.

-

Inaugurati (e consegnati) questa mattina sessanta nuovi alloggi Erp in via Canova.

“GIORNO DI FESTA”. È stato il sindaco Matteo Renzi a consegnare le chiavi degli appartamenti ai nuclei familiari assegnatari. “Oggi è davvero un giorno di festa per la nostra città – ha detto il sindaco Renzi – perché con la consegna di queste case diamo una risposta importante a tante famiglie”. Erano presenti anche l’assessore alla casa Stefania Saccardi, il presidente di Casa Spa Luca Talluri e il presidente del Quartiere 4 Giuseppe D’Eugenio.

L’EMERGENZA. “Riuscire a consegnare sessanta alloggi in questo periodo, con caratteristiche costruttive di grande qualità è un grande risultato per Firenze – ha aggiunto l’assessore Saccardi –. Gli appartamenti che consegniamo oggi completano un intervento che ha visto la realizzazione di ulteriore 124 alloggi nella zona e quindi non possiamo che essere molto soddisfatti. Il problema abitativo è ormai diventata una vera e propria emergenza: come Amministrazione siamo molto impegnati su questo fronte nonostante le risorse sempre minori a disposizione. E presto potremo consegnare ulteriori nuovi alloggi”.

GLI APPARTAMENTI. I sessanta appartamenti consegnati oggi fanno parte del quartiere residenziale Giuncoli progettato con la finalità di coniugare socialità con alta efficienza energetica. Le unità abitative sono infatti certificate in classe A, permettendo così un consistente risparmio grazie all’abbassamento del fabbisogno energetico per il riscaldamento invernale e per il raffrescamento estivo. Durante il periodo invernale il risparmio è ottenuto grazie alla elevata inerzia termica delle murature, alla copertura ad elevato isolamento termico e all’efficienza degli impianti termici, con caldaia centralizzata a condensazione ad alto rendimento e terminali a pannelli radianti, con sistema di contabilizzazione singolo per ogni alloggio, pannelli solari termici e fotovoltaici, e agli apporti gratuiti del soleggiamento invernale. In estate invece viene utilizzata l’inerzia termica delle pareti, si controlla il surriscaldamento da soleggiamento grazie agli aggetti delle coperture e i brise-soleil che garantiscono ombreggiatura e si utilizza, per coadiuvare la ventilazione naturale degli ambienti, il sistema delle cosiddette “torri di ventilazione” basate sull’effetto camino. Inoltre i risultati della certificazione energetica verranno testati dal vivo mediante il monitoraggio energetico. Gli alloggi, 24 nell’edificio a torre più 36 nell’edificio in linea, sono da due, tre, quattro persone. Il costo globale dell’intervento realizzato da Casa spa è stato di 6.565.868 euro.

Ultime notizie

La Toscana cambia colore: cosa si può fare in zona arancione, le regole

La Regione Toscana muta colore, ma cosa cambia qual è la differenza tra zona arancione e zona rossa? Ecco tutte le novità e le regole da rispettare

Quante persone posso invitare in casa per il pranzo di Natale

Vietate le feste private, poche deroghe per gli spostamenti, forte raccomandazione su quante persone mettere a tavola: cosa dice il Dpcm di dicembre riguardo agli incontri in casa

Quanti contagiati oggi in Italia: tornano a salire i nuovi casi

I dati del 4 dicembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid in Toscana, oggi contagi in aumento: i dati del 4 dicembre

I numeri sull'andamento dei contagiati in Toscana: continua il saliscendi dei nuovi casi. I dati del bollettino del 4 dicembre 2020