lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Via dei Georgofili, per non...

Via dei Georgofili, per non dimenticare

firenze ricorda 'attentato di via dei Georgofili

-

Il Comune di Firenze, anche quest’anno, ricorda l’attentato insieme alla “Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili” con una serie di iniziative che in programma proprio il 26 e 27 maggio. Il 26 maggio (ore 9.30) nel Salone de’ Dugento in Palazzo Vecchio convegno dal titolo “27 maggio 1993: la memoria della strage, un percorso per non dimenticare”. Interverranno il presidente del consiglio comunale Eros Cruccolini, il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli, il presidente del consiglio provinciale Massimo Mattei, Giovanna Maggiani Chelli dell’Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili, il procuratore onorario della Corte di Cassazione Piero Luigi Vigna, il procuratore capo Francesco Fleury, i sostituti procuratori Giuseppe Nicolosi e Alessandro Crini, l’avvocato di parte civile per le stragi del 1993 Danilo Ammannato, il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Conduce il giornalista Marzio Fatucchi. Alle 12.30 in via dei Georgofili scoprimento della lapide in memoria delle vittime.

Dalle 22 in piazza della Signoria ricordi e interventi da parte dell’assessore Cristina Bevilacqua, del presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili Luigi Dainelli, del vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli, del consigliere provinciale Piero Giunti, del procuratore onorario della Corte di Cassazione Piero Luigi Vigna, del procuratore nazionale antimafia Piero Grasso e di uno studente. A seguire lo spettacolo teatrale “Laura C”, liberamente tratto da “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, a cura della Compagnia Residui Teatro, regia di Gregorio Amicuzi. Poco prima dell’una, da Palazzo Vecchio partirà il corteo formato dei gonfaloni del Comune di Firenze, della Provincia di Firenze, della Regione Toscana e dai labari delle associazioni di volontariato col sindaco Leonardo Domenici; il corteo arriverà in via dei Georgofili dove alle 1.04, l’ora in cui scoppiò la bomba, sarà deposta una corona di alloro.

Il 27 maggio due cuscini di fiori saranno deposti alle 8.30 sulla tomba della famiglia Nencioni al Cimitero della Romola e alle 9 sulla tomba di Dario Capolicchio al cimitero di Sarzanella. Alle 9.30 nella chiesa di San Carlo in via Calzaiuoli sarà celebrata una Messa in suffragio delle vittime. Alle 10.30 all’Accedemia dei Georgofili esposizione dell’intera raccolta di acquerelli del maestro Luciano Guarnirei. Alle 17.30 nell’oratorio dell’Arciconfraternita della Misericordia in piazza del Duomo, Santa Messa in ricordo della famiglia Nencioni e di Dario Capolicchio.

Notizia precedenteTop Challenge al Ridolfi
Notizia successivaViaggio della Memoria. In bus

Ultime notizie

Il testo del nuovo Dpcm di gennaio 2021 (pdf) in Gazzetta Ufficiale

Stop all'asporto dei bar e riapertura dei musei in zona gialla. Quando uscirà in Gazzetta Ufficiale il testo del nuovo Dpcm di gennaio 2021 e cosa prevede

Covid in Toscana, 18 gennaio: contagi in calo, aumentano i ricoveri

Dati su contagi di Covid in Toscana aggiornati al 18 gennaio: i nuovi casi positivi e il punto della situazione nel bollettino della Regione

Palestre, quando la riapertura nel 2021: chiuse fino al 5 marzo? Le ipotesi

Dpcm, zona bianca e lezioni individuali. Quando riapriranno palestre e piscine nel 2021: chiuse fino al 5 marzo

Che colore siamo oggi: colori e zona nelle regioni d’Italia (18 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore