Dalla Boheme a Botticelli passando per la fotografia contemporanea della Tethys Gallery. Via Maggio anticipa di qualche giorno la Biennale dell’Antiquariato a Firenze e celebra l’arte.

 

ASPETTANDO LA BIENNALE. In attesa della XXVII edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze, Via Maggio,la storica via rappresentativa per l’artigianato, si rivela con tanti appuntamenti all’insegna dell’arte e dell’antiquariato promossi in collaborazione con l’Associazione Via Maggio.

FRA ARTE E ANTIQUARIATO. Arricchita da tanti eventi per l’occasione, darà spazio a incontri, mostre, esposizioni fotografiche, visite guidate, gallerie d’arte e molto altro. A dare il via la conferenza del 27 settembre presso la St.Mark’s English Church,”La Biennale di Firenze; un bilancio e qualche riflessione”:un incontro in cui Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani racconterà mezzo secolo della nostra società attraverso la prospettiva dell’evoluzione del mercato dell’arte.

STRADA DI CORTE. Via Maggio, un tempo “via maggiore”, nel ‘500 divenne l’asse di collegamento fra la famiglia regnante e il centro della città quando i Medici trasferirono la propria residenza in Palazzo Pitti. La sua funzione di “strada di corte” è testimoniata dai numerosi palazzi storici che la caratterizzano.