“E’ un intervento molto importante – ha spiegato l’assessore ai rapporti con i quartieri Cristina Bevilacqua– in un viale di pregio. Negli ultimi anni non ci sono state risorse sufficienti per riportarlo al suo splendore e funzionalità, ma ora grazie al progetto presentato dai tecnici del verde del quartiere 1 con la collaborazione della soprintendenza ai beni ambientali e architettonici di Firenze è stato reperita una quota di finanziamenti che servirà ad avviare il primo lotto del progetto”. L’obiettivo è quello di proteggere le alberature presenti, in gran parte rinnovate e riqualificate, e di separare lo scorrimento dei veicoli dal passaggio sui marciapiedi.

Le aiuole verranno poi riempite con piante a cespuglio e arbusti come l’iperico, l’alloro, la rosa sevillana, la spirea, in modo da avere una copertura del terreno per tutto l’anno e fioriture nelle diverse stagioni, dalla primavera all’autunno. “La riqualificazione del viale è stata predisposta cercando di rispettare il progetto originario dell’architetto Poggi – ha aggiunto il presidente del quartiere uno Stefano Marmugi – e rendere più piacevole l’utilizzo di questo patrimonio storico, naturale ed artistico di Firenze”. Per quanto riguarda i marciapiedi del viale Galilei è previsto il restauro del lastricato. Lungo il viale verrano posti anche dei per l’approvvigionamento dell’acqua, saranno ricollocati i cassonetti e dei cestini per la raccolta dei rifiuti, non nelle aiuole ma, in accordo con la società Quadrifoglio, in luoghi idonei, verranno sostituite le panchine e sarà razionalizzata la segnaletica stradale.