domenica, 28 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Villette abusive a Fiesole, completata...

Villette abusive a Fiesole, completata la demolizione

Sono state completate le opere di demolizione delle sette villette e delle altre opere di Ontignano. La vicenda era iniziata nel 2004, quando la polizia municipale aveva scoperto un aggregato di case già ultimato.

-

Sono state completate le opere di demolizione delle sette villette e delle altre opere oggetto di diniego di condono costruite a Ontignano ben dieci anni fa. A fine novembre si sono concluse le opere di sistemazione ambientale, che hanno riportato l’andamento del terreno allo stato precedente alla realizzazione delle opere abusive.

L’ABBATTIMENTO. I lavori di abbattimento delle strutture abusive – spiega il Comune in una nota – sono stati realizzati da una ditta esterna e non direttamente dal Comune di Fiesole. L’operazione è stata resa possibile anche grazie alla grande collaborazione con il Curatore Fallimentare, il dott. Lorenzo Gambi. La collina di Ontignano – continua il Comune – “ha riacquistato quindi il suo originale aspetto dopo che era stata compromessa illegalmente dalla costruzione di un complesso di sette abitazioni. È stata così messa fine ad uno dei più gravi illeciti edilizi mai registrati a Fiesole”.

LA VICENDA. La vicenda era iniziata nel 2004, quando la Polizia Municipale scoprì un aggregato di case già ultimato. I sette immobili, corredati di parcheggi, una piscina e una serra, erano stati edificati nel terreno di un imprenditore edile. Una costruzione che copriva circa 300 metri quadrati e che era rimasta celata per tutto il tempo dei lavori grazie alla posizione poco visibile della proprietà.

SENTENZE. Dopo la scoperta il plesso venne messo sotto sequestro preventivo e poi, nel 2007, arrivò il decreto che ne stabilì la demolizione e la sentenza di primo grado che condannò l’imprenditore. La Corte di Cassazione del 22 ottobre 2010 ha dichiarato, infatti, inammissibile il ricorso presentato dall’imprenditore avverso la sentenza della Corte di Appello di Firenze del 19 giugno 2009, che confermava la quella del Tribunale di Firenze del 16 marzo 2007.

COCCHI. “Si conclude positivamente una vicenda di abuso edilizio grave – sottolinea Marcello Cocchi, assessore all’Urbanistica del Comune di Fiesole – che ha visto impegnata l’amministrazione comunale per sei lunghi anni per affermare il rispetto delle regole e la tutela del paesaggio fiesolano”.

Ultime notizie

Una Fiorentina lenta si fa trafiggere dall’Udinese a pochi minuti dalla fine

Un passo indietro per i viola che tornano a tremare in zona salvezza

Contro l’Udinese nella Fiorentina rientra Ribéry

Probabile l’utilizzo anche di Kokrin, assente Bonaventura: le probabili formazioni di Udinese - Fiorentina

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando