Un bel sole primaverile ha tenuto a battesimo la terza edizione della festa del Volontariato di via di Ripoli e via Webb e ha restituito ai cittadini una passeggiata insolita.

Maurizio Manetti dell’associazione Lo Scarabeo, organizzatrice dell’evento: “Terza edizione presentata con molto orgoglio. Abbiamo fatto un grande passo in avanti perché abbiamo costruito una kermesse che è partita dal mercoledì sera con la cena per raccogliere fondi per l’acquisto del defibrillatore. Ieri mattina (sabato 7) eravamo nei locali della Misericordia di Badia a Ripoli per un convegno sulle dipendenze, e oggi chiudiamo con questa festa per la strada con gli stand delle associazioni di volontariato”.

Alfredo Esposito, presidente del quartiere 3: “Oggi è una bella giornata, 30-35 associazioni che hanno aderito alla terza edizione della festa del Volontariato. Siamo molto contenti, l’iniziativa migliora ogni anno sia dal punto di vista logistico, organizzativo, e dal punto di vista di partecipazione delle associazioni e dei cittadini. È un momento importante per le associazioni perché si possono far conoscere e raccogliere fondi per portare avanti le iniziative a favore delle fasce di popolazione più deboli.

Noi come Istituzione cercheremo di promuovere sempre di più momenti di socializzazione e aggregazione come questi, per di più via di Ripoli è una parte importante del nostro quartiere. Ogni giorno la viviamo come un’autostrada, oggi finalmente la possiamo vivere come un momento importante di socializzazione e di aggregazione e devo dire che i cittadini hanno risposto positivamente”.

“Vorrei sottolineare un aspetto fondamentale di questa iniziativa”, ha dichiarato l’Assessora al Welfare e Sanità Sara Funaro, “in occasioni come questa si crea una sinergia molto forte tra le Istituzioni i commercianti che vivono il territorio e il mondo dell’associazionismo. È il modo in assoluto migliore per far arrivare un messaggio anche a tutti quei cittadini che sono al di fuori di questi circuiti, sennò rischiamo sempre di fare iniziative in cui i partecipanti sono i membri delle associazioni e delle Istituzioni ed è più difficile intercettare quei cittadini che normalmente, per la quotidianità, non si avvicinano. Iniziative come queste creano intanto un primo contatto fondamentale con i commercianti e di conseguenza il vivere un pezzo di territorio in maniera così libera, dà la possibilità di assaporarlo e dà la possibilità ai residenti e agli altri cittadini di conoscere le tante realtà associative che abbiamo sul nostro territorio. Lo ricordo sempre, Firenze è una delle città in Italia col più alto numero di associazioni di volontariato in ambito sociale, socio-sanitario, sportivo, in tutti gli ambiti. Penso che questo sia un grande valore umano che dimostri quanto la nostra cittadinanza sia attiva e sensibile a tutte le tematiche quindi gli va dato il maggiore spazio possibile”

L’importanza della presenza della Misericordia di Badia a Ripoli con i suoi volontari, e di Ecg gratuiti grazie alla disponibilità della Dottoressa Serafina Valente (Cardiologia Aouc): “Da un punto di vista educativo è molto importante perché dobbiamo fare sì che i cittadini siano sempre di più sensibilizzati e formati all’utilizzo dei defibrillatori per esempio nell’ambito di questa tre giorni ne è stato acquistato uno che verrà messo a disposizione della popolazione. Insieme a tutte queste numerose associazioni ci sono anche attività sportive, le scuole del quartiere che hanno voluto essere presenti, quindi scuole, intrattenimento per bambini, una bella sinergia grazie all’associazione Lo Scarabeo e ai commercianti che veramente hanno dato un contributo a livello organizzativo e quindi di disponibilità davvero molto forte”