Home Sezioni Tendenze Cambiare l’auto: guida alla scelta

Cambiare l’auto: guida alla scelta

Il mercato automobilistico italiano continua a lanciare deboli segnali di ripresa a discapito della crisi derivante sia dalla crisi dei chip che dal rapido esaurimento degli incentivi alla rottamazione, oltre che alla necessità sempre più alta di rispettare nuovi limiti Europei sulle emissioni di CO2.
Quello che si registra è un netto calo della vendita delle macchine diesel rispetto a quelle a benzina, oltre che una crescita sulla vendita di auto elettriche, ibride, metano e GPL, grazie anche agli ecoincentivi.

Se siete intenzionati a cambiare la vostra auto, forse il consiglio migliore è quello di ordinare online l’auto nuova, usata o a km 0, riuscendo, anche con poco tempo a disposizione, a trovare l’auto perfetta per voi.

Nuova o usata: vantaggi e svantaggi

Il primo elemento da tenere in considerazione quando si sceglie di cambiare auto, sia che sia nuova sia che sia usata, è sicuramente il budget a propria disposizione perché è partendo da questo che sarà poi possibile riuscire a capire se propendere per il nuovo oppure per l’usato.

Subito dopo il budget occorre valutare l’utilizzo che si farà della vettura, quanti km si percorrono annualmente e in che tipo di strade e per quanto tempo si desidera tenere quest’auto, oltre che i fattori estetici a cui comunque non bisogna rinunciare.

Paragonando un’auto nuova ed una usata, l’idea di propendere per la seconda è allettante soprattutto perché non si subirà un deprezzamento immediato pari al 22% ma la svalutazione sarà progressiva con il passare del tempo.
Tuttavia un’auto usata potrebbe non essere l’ideale, perché potrebbe non essere semplice riuscire a trovare modelli tenuti in maniera ineccepibile dal proprietario precedente, inoltre un’auto usata non permette di usufruire degli incentivi governativi come ad esempio gli ecoincentivi o di eventuali promozioni delle Case automobilistiche.

Auto a km 0: conviene?

L’acquisto di un’auto a km 0 è una grossa opportunità soprattutto perché include numerosi vantaggi.
Per chi non lo sapesse, per auto a km 0 s’intendono quelle vetture già “usate” perché immatricolate dalla concessionaria ma che da un punto di vista pratico sono pressoché nuove perché hanno percorso solo pochissimi km.

Per questo motivo tra i vantaggi troviamo: il costo, del 20-25% inferiore rispetto ad un’auto nuova, una garanzia di 12 mesi minimo o di 24 se il mezzo è stato immatricolato non più di sei mesi prima, il bollo già pagato dal concessionario, la pronta consegna e la presenza di modelli full optional.
Se si vogliono trovare degli svantaggi alle auto a km 0, questi sono principalmente due: la necessità di adattarsi e la svalutazione che questa subisce in caso di rivendita perché considerata un’auto con doppio proprietario.

Vi ricordiamo, però, sia che vogliate scegliere un’auto nuova, usata o a km 0, che nel 2022 sono previsti dei blocchi ai veicoli inquinanti che è stato solo rimandato dalla pandemia.
Nella gran parte delle grandi città italiane verrà infatti vietato l’uso delle auto fino alla Euro 4 all’interno di gran parte delle zone, per dare inizio ad una transizione energetica che si prospetta terminata nel 2035 con la cessazione della produzione di auto a motore termico.