Home Sezioni Tendenze Carte prepagate: tipologie, come funzionano, vantaggi

Carte prepagate: tipologie, come funzionano, vantaggi

Carte prepagate: tipologie, come funzionano, vantaggi

Le carte prepagate consentono di effettuare acquisti online con una certa facilità, senza la necessità di alcun collegamento a un conto corrente. Ecco tutto ciò che bisogna sapere su un metodo di pagamento molto apprezzato soprattutto dal pubblico più giovane, con costi di gestione contenuti e la possibilità di usufruire di un portafoglio virtuale dalla comodità certificata.

Cosa sono e come funzionano le carte prepagate

Chi sceglie di utilizzare una carta prepagata lo fa con l’esigenza di affidarsi a un sistema di pagamento innovativo, versatile e sicuro. Le prepagate possono essere attivate presso una banca o un istituto di credito tradizionale, o anche direttamente online grazie a siti e app di società di tecnologia finanziaria.

Rispetto ad altri tipi di carte, la prepagata non prevede alcun collegamento diretto con il proprio conto corrente. Chi la possiede può investire solo la somma di denaro presente all’interno della tessera e nient’altro. In virtù di tali prerogative, in alcuni casi il titolare non è tenuto attestare la propria affidabilità creditizia e può prelevare e depositare soldi a proprio completo piacimento.

Le due tipologie principali di carte prepagate

Le carte prepagate sono, in linea di massima, disponibili in due tipologie. Vediamo quali sono, con la chance di trovare quella più adatta per ciascuna situazione economica e finanziaria.

Carta prepagata ricaricabile
Iniziamo dalla carta prepagata ricaricabile, nota anche come nominativa. L’utente ha l’opportunità di ricaricare il credito presente all’interno della carta solo quando quest’ultima serve, anche per mezzo di un bonifico se la carta è dotata di codice IBAN.

In questo modo, la carta permette di effettuare acquisti online o nei negozi fisici, sfruttando solamente il credito disponibile. Rispetto ai conti o alle carte di credito, uno dei grandi vantaggi legati a queste carte è la protezione da frodi e tentativi di hackeraggio: oltre ad avere sistemi di sicurezza all’avanguardia, anche se il tentativo andasse a buon fine si perderebbe solo la cifra ricaricata.

Carta prepagata usa e getta

La carta prepagata usa e getta è nota anche come al portatore. Si tratta di una carta che contiene un credito residuo ben definito, da utilizzare in un’unica occasione. Non può essere ricaricata in alcun modo e, al termine del suo uso, non bisogna fare altro che gettarla via. Nella maggior parte dei casi, il servizio viene fornito da un’attività commerciale, che si tratti di uno shop d’abbigliamento, di un negozio di libri, di un grande magazzino e quant’altro. La cassa fornisce la carta a un cliente, generalmente fidelizzato. Al contempo, sono disponibili carte usa e getta necessarie per usufruire di servizi prepagati.

Quali sono i vantaggi

Ecco, di seguito, quali sono i vantaggi della carta prepagata:

  • in primo luogo, chi vuole tenere traccia delle proprie spese può servirsi di un prodotto sicuro, con la possibilità di ricaricarlo in maniera autonoma;
  • la carta può essere ottenuta con estrema facilità, con una procedura rapida e costi iniziali alquanto contenuti;
  • come accennato in precedenza, l’attivazione di una carta prepagata non prevede l’apertura necessaria di alcun conto corrente bancario o postale;
  • possibilità di effettuare pagamenti online in modo sicuro, e nei negozi fisici sia in Italia che all’estero

Quali sono gli svantaggi

Al tempo stesso, non mancano i punti di criticità di una carta prepagata. Ecco alcuni dei principali:

  • i costi di ricarica potrebbero diventare fin troppo onerosi nel caso in cui la carta dovesse essere utilizzata con una certa frequenza;
  • prima di eseguire qualsiasi transazione, è necessario accertarsi che la somma di denaro da investire sia presente;
  • i tempi di accertamento e rimborso in caso di frodi bancarie sono molto più elevati rispetto a quelli inerenti a un conto corrente normale.

Quanto costa una carta prepagata

Una carta prepagata ha un prezzo che varia a seconda della banca e dell’istituto di credito che la mette a disposizione di un potenziale cliente. Nella maggior parte dei casi, la sua attivazione prevede un costo ben preciso e diventa effettiva dopo una prima ricarica. Quest’ultima deve avere una cifra prestabilita, senza la quale la carta non sarebbe fruibile.

Quindi, bisogna prestare attenzione ad altri costi di gestione, tra i quali spiccano quelli di commissione in occasione di ogni prelievo e ricarica. Le spese possono aumentare nel caso in cui l’utente abbia la necessità di prelevare denaro presso un qualsiasi sportello apposito.

Quali sono le carte prepagate più diffuse

A questo punto, non resta altro da fare che scoprire alcune delle carte prepagate più diffuse in senso assoluto. Ecco una loro breve descrizione.

  • N26: è una carta che può essere gestita anche tramite dispositivi mobili ed è dotata di un apposito codice IBAN, ma senza alcun conto corrente.
  • HYPE Start: può essere richiesta online tramite una procedura molto rapida e garantisce un rimborso sicuro sugli acquisti non autorizzati.
  • Tinaba: non prevede il pagamento di alcun canone mensile e può essere ricaricata a titolo gratuito, senza alcuna spesa di commissione.
  • YAP: funziona a sua volta con un codice IBAN senza conto corrente e consente la divisione di un conto in tempi veloci.
  • HYPE Next: garantisce bonifici istantanei senza spese e fornisce una valida assicurazione su prelievi e acquisti online.
  • Viabuy: può essere attivata senza alcun controllo bancario o reddituale ed è disponibile in diverse versioni aggiuntive.
  • Curve: la grande flessibilità di questi strumenti finanziari fa sì che molte persone abbiano più di una prepagata, tra cui scegliere per i pagamenti in base all’occasione e alle caratteristiche della carta stessa. Proprio per questo è particolarmente interessante l’app per pagamenti Curve, servizio che ha la funzione di raccogliere le varie carte come un vero e proprio portafoglio virtuale per gestire meglio i pagamenti.

 

in collaborazione con: carteprepagate.me