Via le scritte da giochi e panchine, mentre il campetto si fa in due (grazie allo stadio). Il giardino di Ponte a Greve è stato ora adottato da un gruppo di cittadini

Vai all’articolo