domenica, 14 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaGoleada viola in Conference League

Goleada viola in Conference League

Battuto (6-0) il Cukaricki. Pareggiano (0-0) Genk e Ferencvaros. Doppietta di Beltran, poi gol di Ikoné, Sottil, Quarta e Maxime Lopez

-

- Pubblicità -

La Fiorentina domina il Curakicki e conquista il primato nel girone di Conference League grazie anche al pareggio tra Genk e Ferencvaros. Viola, belgi e ungheresi hanno 5 punti ma i ragazzi di Italiano svettano grazie alla migliore differenza reti. Debutto in Europa per Comuzzo e Pierozzi. Proprio Comuzzo è subentrato a Kayode che ha subito un brutto fallo ed ha avuto un problema alla caviglia. Espulso nel primo tempo Subotic. Italiano lascia in panchina Milenkovic e Nico Gonzales e sceglie in difesa Ranieri ed in avanti Kouame e Ikone accanto a Beltram. Igor Matic si affida al tridente formato da Adetunji, Ivanovic e Nikcevic.

La partita

Il Cukaricki, che aveva già perso le gare contro Genk e Ferencvaros, si fa subito sorprendere dal doppio vantaggio viola grazie a Beltran che, in dieci minuti, indirizza subito la partita dall parte della Fiorentina. Giocatori molto fallosi che tolgono quasi subito dal campo Kayode e poi restano in 10 per un brutto fallo di Subotic proprio ai danni di Beltran. Ma i viola erano già avanti 2-0. La prima rete arriva dopo 6 minuti. Lancio lungo per Beltran che difende il pallone, salta un difensore, si accentra e conclude a rete col destro. Al 10’ ancora un pallone lungo per l’argentino che segna con un pallonetto che s’insacca alle spalle di Belic. Al 23’ è sempre Beltran a colpire la traversa. Al 29’ Ikoné calcia dal limite e la palla s’infila sotto la traversa per il 3-0. Nella ripresa i viola dilagano. Al 65’ calcio di punizione perfetto di Sottil che supera la barriera e si insacca vicino al palo. Al 73’ cross di Sottil e Martinez Quarta anticipa Belic e segna il 5-0. Al’83’ gran tiro dalla distanza di Maxime Lopez che chiude la partita.

- Pubblicità -

L’allenatore

Felice, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Sono contento per Beltran, finalmente si è sbloccato. Lui e Nzola hanno la possibilità di allungare la nostra squadra perché anche le altre formazioni lasciano degli spazi, possiamo sfruttarli. Bravo Lucas a trovare il gol e bravo Quarta a servirlo. L’anno scorso siamo andati al playoff per colpa della differenza reti, ce lo siamo ripetuti anche a fine primo tempo che avremmo dovuto segnare il più possibile nella ripresa. Sono assolutamente soddisfatto dell’apporto dato da quei ragazzi che in questo momento stanno giocando di meno, sono tutti importanti. Vediamo la situazione di Kayode, si tratta di una brutta distorsione alla caviglia ed il ragazzo ha molto dolore. Mi dispiace per Nzola, speravo in una sua zampata, ho messo dentro lui e Sottil per farli segnare sfruttando l’inerzia che avevamo nella ripresa. Riccardo ci è riuscito, Nzola no, peccato. Tutte le squadre attaccano, difendono e lasciano occasioni agli avversari. Con questo gioco e questa filosofia – conclude Italiano – lo scorso anno siamo arrivati a giocare due finali”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -