365 storie, aneddoti, attimi di storia e costume di Firenze, uno per ogni giorno dell’anno: è “Firenze 365”, libro edito recentemente da Apice Libri (Collana Tuscanìa) e scritto da Daniele Niccoli, fiorentino doc laureato in scienze biologiche e innamorato pazzo della sua città d’origine.

Un viaggio nello spazio e nel tempo che consegna una Firenze meno da cartolina e molto più umana, raccogliendo storie tra le più variegate della nostra città: da Dante a Topolino, passando per Leonardo da Vinci e Margherita Hack, Pinocchio e Amici Miei.

Firenze 365, tra storia e aneddoti

“Firenze 365” ci accompagna per tutto l’anno con un’avventura al giorno. Abbiamo fatto una carrellata lunga 12 mesi tra gli episodi più curiosi. Gennaio è segnato dalla nascita dell’Ataf: era il 1945. Sei anni dopo, il  12 febbraio, si tenne proprio a Firenze la prima sfilata di moda in Italia: nel salotto di
casa di Giovan Battista Giorgini a Villa Torrigiani, in via Serragli 144. Sotto gli occhi dei più importanti acquirenti americani, sfilarono celebri firme italiane come le sorelle Fontana ed Emilio Pucci.

Il 9 marzo 1864 fu eletto l’ultimo dei Gonfalonieri del Pellegrino di Careggi, Giuseppe Piccioni. Immancabili i riferimenti alla Fiorentina, come la nascita a Perugia dell’Antonio più amato dai fiorentini, Giancarlo Antognoni, il 1 aprile 1954. Risale invece al 3 maggio del 59 a.c., il battesimo di Firenze chiamata Florentia, in occasione dei Ludi Florales, festa che veniva organizzata per ringraziare
la dea Flora.

Da Filippo Lippi a Pinocchio

L’8 giugno del 1421 Filippo Lippi, pittore simbolo del Rinascimento, si fece frate, ma non abbandonando mai la sua più grande passione dopo l’arte: le donne. Il 7 luglio 1881 si lessero per la prima volta le avventure del burattino più famoso del mondo: allora sul «Giornale per i Bambini» uscì la prima puntata de Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino; l’autore era Carlo Lorenzini, che da anni si faceva chiamare Collodi in onore del paese d’origine della madre.

Il 20 agosto 1590, invece, l’Accademia della Crusca, si concentrò per la prima volta sulla preparazione del Vocabolario. Il 10 settembre 1979, Patti Smith arriva a Firenze e suona di fronte a 70.000 persone. Tra gli episodi raccontati anche il rimboschimento di Monte Morello avvenuto a partire dal 24 ottobre 1909 e la clamorosa sconfitta dei Viola contro il Bologna, avvenuta il 3 novembre 1968.

Una baby casa editrice, tutta fiorentina

A chiudere il libro, la storia di Topolino a Firenze: non tutti sanno che nel 1897 nacque la casa editrice tutta fiorentina fondata da Giuseppe Nerbini, che fu la prima a pubblicare in Italia importanti e famose testate a fumetti Americane come Topolino. Il 31 dicembre 1932, in epoca fascista, l’editore nostrano fu però costretto a cedere la testata all’avversario Mondadori. Rimane che Firenze fu, anche grazie a Nerbini e alle sue pubblicazioni, la capitale dell’editoria e della letteratura dell’infanzia grazie a Pinocchio e tanti altri.

Firenze 365 è un calendario che fa avanti e indietro nel tempo, un viaggio dentro la capitale della bellezza, da intraprendere tutto d’un fiato rapiti dalle variegate storie, o da gustarsi lentamente, percorrendo una tappa al giorno.