domenica, 27 Novembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaIl Respiro dei Sogni, a...

Il Respiro dei Sogni, a Firenze il progetto collettivo di Baboni Schilingi

Una nuova installazione prende vita nel cuore di Firenze. Scopriamo cos'è Il Respiro dei Sogni e come partecipare

-

- Pubblicità -

Un’installazione fuori dagli standard quella ideata da Jacopo Baboni Schilingi e curata da Renata Summo O’Connel e Valentina Gensini, direttore artistico del MAD. “Il Respiro dei Sogni” progetto che prenderà vita il 24,25,26 maggio negli spazi del Terzo Giardino, è in collaborazione con Artegiro Contemporary Art, Institut Francais, Accademia delle Belle Arti di Firenze e Conservatorio Luigi Cherubini.

Il progetto “Il Respiro dei Sogni” sarà una vera e propria installazione collettiva realizzata con i sogni dei visitatori. Dal 24 al 26 maggio dalle 10 alle 12 e dalle 17:30 alle 19:30 chiunque voglia potrà accedere al Terzo Giardino (accesso dal Lungarno Serristori) dove sarà possibile registrare sul telefono i propri sogni, che siano onirici, utopici o semplici speranze per il futuro. I sogni sono la dimensione più personale e allo stesso tempo più potente che ci appartiene. Quando sogniamo possiamo essere chi vogliamo e fare ciò che più desideriamo, trovandoci in una dimensione trasparente in cui è impossibile mentire, proprio come con il respiro. Il battito cardiaco e il ritmo del respiro dei partecipanti verranno infatti registrati attraverso un sensore sistemato sul torace. Questi dati biometrici e le registrazioni dei sogni, interpretate da un’attrice e un attore in modo da mantenere l’anonimato, sono la base da cui Jacopo Baboni Schilingi partirà per la sua opera.

Argo_Baboni Schilingi
Immagine dal dispositivo Argo
- Pubblicità -

Il progetto dell’artista vuole esprimere i sogni attraverso un’installazione che verrà presentata al pubblico a settembre 2022 negli spazi del MAD e del Terzo Giardino. Anche la scelta del luogo non è casuale. Il Terzo Giardino infatti è frutto di una sostenibilità ecosofica che rispetta e comprende l’ambiente in sinergia con le relazioni che vi si creano all’interno. Ed è proprio attraverso la raccolta dei sogni che si crea un’ulteriore sinergia, quella tra la comunità fatta di singoli ed il luogo in cui prende vita “Il Respiro dei Sogni”.

Mercoledì 18 maggio alle 17:30 l’artista presenterà pubblicamente il progetto “Il Respiro dei Sogni” con Claudio Rocca, direttore dell’Accademia di Belle Arti e Giovanni Pucciarmati, direttore del Conservatorio Luigi Cherubini. In aggiunta, giovedì 19 alle ore 18:00 Jacopo Baboni Schilingi presenterà insieme a Nicholas Sherwood un recital per voce e live electronics.

Come partecipare al Respiro dei Sogni

- Pubblicità -

La partecipazione è gratuita e volontaria rivolta a tutti i cittadini del mondo che si trovano a Firenze dal 24 al 26 maggio senza limiti d’età. All’inizio del percorso i partecipanti firmeranno una liberatoria che permetterà l’uso della propria registrazione al fine di farla interpretare dai due attori. All’interno del Terzo Giardino i partecipanti potranno camminare liberamente registrando i loro sogni, per chi vuole è possibile prenotare il proprio slot contattando il MAD Murate Art District. L’accessibilità è garantita anche a persone con mobilità ridotta grazie a dei piccoli ponti che facilitano l’accesso alla zona verde nel cuore di Firenze.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -