martedì, 13 Aprile 2021
HomeSezioniArte & CulturaA San Casciano i ritratti...

A San Casciano i ritratti dal mondo del cinema di Gerardo Zei

Sabato 15 giugno, al museo civico di San Casciano è in programma l'inaugurazione della mostra ''Divine Dive: ritratti dal mondo del cinema di ieri e di oggi'' di Gerardo Zei, organizzata dalla fondazione Giuliano Ghelli.

-

Ritratti dal mondo del cinema, di ieri e di oggi.

LA MOSTRA. Sarà inaugurata sabato 15 giugno, al museo civico di San Casciano Val di Pesa, alle 18, la mostra “Divine Dive: ritratti dal mondo del cinema di ieri e di oggi” di Gerardo Zei, organizzata dalla fondazione Giuliano Ghelli. La mostra è composta da una ventina di opere di grandi dimensioni, suddivisa per gruppi di colore che – viene spiegato – ottimizzano la visione e la lettura dell’intero percorso espositivo. L’eposizione sarà visitabile fino al 25 agosto.

CINEMA. “Lo scopo di questa mostra  è proprio quello della realizzazione di ritratti nuovi che, attraverso gli sguardi, le passioni, gli slanci, i languori e gli entusiasmi suscitati da quelle ombre di celluloide, tornino capaci di farsi interpreti dei sogni e dei desideri di chi li guarda ancora con gli occhi colmi di stupefazione – spiega Sandra Stangherlini, curatrice della mostra e direttore artistico della Fondazione Giuliano Ghelli –  Gerardo  Zei è entrato nel tema in modo eccellente, spaziando da Marlene Dietrich a Monica Bellucci, facilitato anche dalla grande esperienza ed abilità come ritrattista (basti ricordare le numerose mostre sui protagonisti del jazz )”.

L’ARTISTA. Gerardo Zei è un giovane artista fiorentino. Nato a Firenze il 24 ottobre 1978, frequenta prima il liceo artistico Leon Battista Alberti di Firenze e poi l’Accademia delle Belle Arti, e inizia le sue prime esposizioni. Nel 2003 consegue la laurea in Storia e Tutela dei beni storici e artistici presso la Facoltà’ di Storia dell’Arte. Sempre nel 2003 è vincitore del concorso di pittura estemporanea a Prato, titolo che riconquisterà anche l’anno successivo. Nel 2004 espone a Londra, in una mostra organizzata al Waterstone di Piccadilly Circus. Nel 2007 torna a Firenze, dopo una breve parentesi milanese, e inizia un ciclo pittorico dedicato ai grandi protagonisti del Jazz, musica che ha ascoltato fin da bambino al Jazz Club, locale dei suoi genitori. A luglio dello stesso anno viene inserito nel programma artistico dell’hotel Bernini Palace di Firenze con la mostra personale “Blu not”. A novembre espone a Firenze 6 opere dedicate a Stefano Bollani e realizza anche la mostra personale “Jazz gate” a Pontedera. Ancora in dicembre espone nella sala dedicata all’arte contemporanea di Palazzo Pitti a Firenze. Negli anni successivi proseguono mostre personali in Italia e all’estero. Nel 2012 si segnalano “Architettura e Musica”, mostra di pittura e scultura a Bastia Umbra, e la mostra personale alla galleria L’incontro di Cosenza. Per info: www.fondazionegiulianoghelli.org.

Ultime notizie