martedì, 28 Settembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaAl via l'operazione tutti in...

Al via l’operazione tutti in biblioteca

Solo il 7% dei toscani va abitualmente in biblioteca. Ecco perché la Regione ha dato il via ad una campagna di comunicazione ad hoc, nel tentativo di “catturare” un nuovo pubblico per le numerose sale di lettura del territorio.

-

Si chiama “Ma dove? In biblioteca” la campagna presentata dall’assessore regionale alla Cultura Paolo Cocchi “per informare che in Toscana è finito da un pezzo il tempo delle biblioteche polverose e noiose: frequentare una biblioteca – continua l’assessore – può essere una fra le cose più utili, e divertenti, da fare e non solo per cercare libri ma anche per leggere quotidiani, prendere in prestito film e cd musicali, navigare in internet, crescere come cittadini”.

Nell’ultimo decennio, spiega l’assessore, fra Regione ed enti locali sono stati co-finanziati quasi 70 interventi in biblioteche pubbliche, per oltre 42 milioni di euro.

Due le biblioteche che stanno per inaugurare la nuova sede, la prima a Prato e la seconda a Firenze, la sospirata struttura dell’Isolotto.

Lunedì prossimo, 16 novembre, sarà il presidente della Camera Gianfranco Fini a tagliare il nastro della nuova ‘Lazzerini’ presso una ex fabbrica nel centro storico di Prato, la Campolmi. Alla cerimonia interverrrà anche il governatore Claudio Martini.

L’inaugurazione della nuova biblioteca in via Canova, invece, è prevista per il 30 dicembre.

Ultime notizie