mercoledì, 3 Marzo 2021
Home Sezioni Arte & Cultura Alla scoperta del Corridoio

Alla scoperta del Corridoio

Ricominceranno dal prossimo 21 gennaio le aperture straordinarie del Corridoio Vasariano, sempre per un numero limitato di persone. Le visite saranno guidate da assistenti interni alla Soprintendenza.

-

Lo splendido Corridoio Vasariano, dunque, riprende a svelarsi. Dal 21 gennaio prossimo, ricominceranno le aperture straordinarie che saranno guidate, solo in lingua italiana, da un gruppo di assistenti interni alla Soprintendenza.

Le visite al Corridoio Vasariano sono in programma dal 21 gennaio al 30 aprile, e sempre per un numero limitato di persone. Sono previsti otto percorsi alla settimana: due al giorno dal martedì al venerdì (martedì e giovedì alle 9 e alle 11.30, mercoledì e venerdì alle 14 e alle 16.30).

I gruppi saranno formati da un massimo di 20 persone. Sono accettate prenotazioni fino a esaurimento dei posti, e per un massimo di 5 persone alla volta: l’iniziativa, infatti, è rivolta sioprattutto ai singoli e alle famiglie. Pre prenotare una visita, telefonare a Firenze Musei al numero 055.2654321.

Ultime notizie

Covid Toscana, sono i 1.163 nuovi casi: i dati del 3 marzo

I dati del bollettino Covid della Toscana del 3 marzo: casi di nuovo sopra quota mille, percentuale positivi al 4,67%

A che ora chiudono i bar e fino a quando sono aperti per l’asporto

Il nuovo Dpcm Draghi stabilisce a che ora chiudono i bar e i ristoranti dal 6 marzo: ecco quando possono stare aperti e le novità per gli orari dell'asporto

Centri commerciali aperti o chiusi sabato e domenica: cosa dice il nuovo Dpcm

Shopping a ostacoli. In zona bianca, gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali anche per il nuovo Dpcm Draghi. Quando riapriranno?

Quante persone possono partecipare ai funerali in zona gialla, arancione e rossa

Funerale in zona gialla, arancione o rossa, le regole anti-Covid: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe agli spostamenti secondo il Dpcm