sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Aquiloni fatti a mano e...

Aquiloni fatti a mano e birra di marroni: i bottegai a palazzo/FOTO

Presso il Giardino Corsini, da venerdì 13 a domenica 15 maggio, Firenze torna capitale dell'artigianato d'eccellenza con la mostra “Artigianato e Palazzo”, giunta alla sua 17a edizione. Numerose le iniziative previste, tra cui mostre, degustazioni, laboratori dedicati ai più piccoli e molto altro.

-

Dal 13 al 15 maggio, il seicentesco Giardino di Palazzo Corsini sul Prato ospiterà la 17a edizione di “Artigianato e Palazzo”, atteso appuntamento fiorentino con i protagonisti della manualità e degli antichi mestieri. Rara occasione per visitare lo splendido giardino – solitamente chiuso al pubblico – la manifestazione presenta una nuova selezione di oltre 80 maestri artigiani provenienti da tutta Italia e dall’estero che eseguiranno dal vivo una dimostrazione delle proprie abilità manuali. Anche quest’anno il pubblico potrà così scoprire o riscoprire mestieri e metodi di lavorazione ormai dimenticati, ammirare la lavorazione del vetro o della paglia, l’intaglio del legno, del ferro o del cuoio, la realizzazione di tessuti stampati, di abiti esclusivi e scarpe su misura, di gioielli di foggia antica e moderna. I visitatori potranno acquistare gli oggetti esposti o anche ordinare pezzi unici, creati su misura. 

DEGUSTAZIONI E NOVITA’. Particolarmente interessante è la sezione dedicata alla presentazione di prodotti di alta gastronomia, nati dal connubio tra ricette della tradizione regionale (non soltanto toscana) e un deciso gusto per la sperimentazione. Nell’area espositiva dell’alta gastronomia i visitatori potranno degustare, fra gli altri prodotti, la birra artigianale classica e quella fatta con i marroni del Conte di Campiglia (San Godenzo, Firenza). Tra le novità di quest’anno spicca la partecipazione dell’azienda familiare “Geometrie Volanti Aquilonisti” di Bagno a Ripoli, che espone prodotti di grandissima creatività realizzati nel rispetto di un’antichissima tradizione: dai più semplici ai più elaborati, ci sono aquiloni per tutte le tasche.

JuriCiani“MANI CHE RACCONTANO”. Per questa edizione, “Artigianato e Palazzo” ha anche prodotto (in collaborazione con la Fondazione per l’Artigianato Artistico di Firenze) la mostra di fotografie di Juri Ciani dal titolo “Mani che raccontano”: una selezione di 15 “doppi ritratti” di alcuni protagonisti della più alta manualità immortalati mentre lavorano nelle loro botteghe, luoghi magici e pieni di fascino dove si tramandano i segreti che hanno reso Firenze famosa e unica nel mondo.

UN PATRIMONIO CULTURALE. Al di là del grande successo con la quale si sono concluse tutte le precedenti 16 edizioni della manifestazione, “Artigianato e Palazzo” si conferma un momento di grande approfondimento e sensibilizzazione verso i problemi e i valori culturali di tradizioni che, essendo parte integrante della nostra identità, non devono scomparire. “Se si perdono gli artigiani” – sostiene Giorgiana Corsini, Presidente dell’Associazione Giardino Corsini – “si perde uno strato della nostra cultura”. Per avvicinare ulteriormente il mondo del lavoro artigianale alla nostra quotidianità, la manifestazione promuoverà anche tutta una serie di laboratori e attività, alcune dedicate anche ai più piccoli.

INFO. Ingresso in via della Scala 115, Firenze. Biglietto intero 8€; ridotto 6€ (biglietti in prevendita a prezzo scontato su www.boxoffice.it). Orario continuato 10,00 – 20,30. L’accesso alla mostra è consentito anche agli amici a quattro zampe.

{phocagallery view=category|categoryid=116|limitstart=0|limitcount=0}

Per ulteriori informazioni visita il sito www.artigianatoepalazzo.it.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin