lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaBenni, Renzi e gli ''angeli'',...

Benni, Renzi e gli ”angeli”, appuntamento a Palazzo Vecchio

Oggi pomeriggio, alle 18,30, in Palazzo Vecchio sarà presentato ''La traccia dell’angelo'', l’ultimo romanzo di Stefano Benni. Sarà presente anche il sindaco.

-

Spazio ai libri a Palazzo Vecchio.

LA PRESENTAZIONE. Questo pomeriggio alle 18,30, nel Salone dei Cinquecento, sarà presentato l’ultimo romanzo di Stefano Benni, dal titolo “La traccia dell’angelo” (Sellerio Editore). Insieme all’autore interverrà il sindaco Matteo Renzi. Una storia, quella trattata nel libro, che parla dell’esperienza della malattia, del sofferto rapporto del protagonista con i medici e le cure, dei conti da fare con gli “angeli” che invece di essere per noi custodi a volte sono anche un po’ antipatici.   di Palazzo Vecchio.  L’incontro è organizzato dal Comune e dalla libreria Edison.

IL LIBRO. L’eroe della vicenda è Morfeo, che fa la sua comparsa fin dai primi capitoli del libro. È un Natale degli anni Cinquanta e Morfeo è a casa dei nonni in attesa dei regali. Tutta la famiglia è riunita intorno all’albero. Ad un certo punto il bambino si allontana, si avvicina ad una finestra, ma una persiana si stacca colpendolo alla testa. Il trauma lo lascia per giorni tra la vita e la morte. Morfeo si ritrova ad avere a che fare con ospedali, cure sbagliate, diagnosi inesatte. Cresce, diventa scrittore, ha un figlio, ma tutto il suo cammino è segnato dalla malattia, forse eredità di quella ferita, forse no, che lo rende diverso e non mette d’accordo i medici, tantomeno l’industria delle cure. Resta in balia dei farmaci, ne diventa dipendente, le sue giornate sono ritmate da quel dominio chimico. E questo dominio diventa la metafora di tutti i domini del mondo, la lente attraverso la quale sono viste e deformate le infinite storie in cui Morfeo si imbatte.

ANGELI. La fantasia visionaria e surreale di Stefano Benni ne sdoppia la presenza: mentre Morfeo combatte la sua lotta contro il dominio chimico, un’altra battaglia si svolge, parallela: quella degli angeli “cattivi”, dell’angelo ribelle contro il dominio celestiale. A meno che la ribellione debole di Morfeo non sia altro che la manifestazione dell’altra ribellione. Così Morfeo segue la traccia dell’angelo, ma è un angelo caduto.

Ultime notizie