L’opera umanitaria della Croce Rossa durante la Grande Guerra si mette dunque in mostra. L’esposizione (che sarà inaugurata sabato 14 febbraio) è stata realizzata dall’VIII Centro di Mobilitazione Cri, insieme al comitato regionale della Croce Rossa della Toscana e al comitato provinciale di Firenze in occasione del 90° anniversario della conclusione della Prima Guerra Mondiale.

La mostra è stata allestita con un carattere itinerante, per far conoscere più approfonditamente l’opera svolta dall’associazione in quel contesto. Con questa iniziativa – spiega una nota della Croce Rossa – si vuole mettere in luce il grandissimo impegno della Cri nel soccorso umanitario di tutti coloro che furono coinvolti nelle vicende dolorose del conflitto: i militari al fronte, i militari feriti e quelli malati ricoverati negli ospedali territoriali, o i civili colpiti dalla violenza della guerra, l’impiego di uomini, ospedali, unità e reparti.

La mostra, che rimarrà aperta fino al 1° marzo (dalle 10.30 alle 18.30), è composta da 115 fotografie, quasi tutte inedite, di grande realismo e qualità, provenienti dall’archivio centrale della Cri e dall’archivio storico dell’VIII Centro di Mobilitazione, oltre che da 18 pannelli contenenti informazioni dettagliate sulle attività svolte. In Toscana, l’esposizione proseguirà poi nei mesi successivi nelle sedi di Lucca, Massa Carrara e Siena.