mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniArte & Cultura''Controverses'': la fotografia è... scandalosa

”Controverses”: la fotografia è… scandalosa

In esclusiva al Mnaf, fino al 5 giugno, la tappa italiana dell'esposizione ''Controverses – una storia giuridica ed etica della fotografia''. Una mostra che affronta una delle tante sfaccettature che la fotografia ha acquisito durante la propria esistenza. Fotografia come ''l'altro punto di vista'', l'altra prospettiva da cui affrontare la realtà.

-

In esclusiva al Mnaf, fino al 5 giugno, la prima ed unica  tappa italiana dell’esposizione ”Controverses – una storia giuridica ed etica della fotografia”.

GLI SCATTI PIU’ DISCUSSI. La mostra, realizzata in collaborazione con il Muséè de l’Elyséè di Losanna, vedrà esposti gli scatti discussi, polemici, spesso finiti in tribunale che hanno sollevato importanti dibattiti e forti polemiche.

FUCINA DI DIBATTITO. A partire dal 1839, anno della sua nascita, la fotografia, in quanto simbolo della libertà d’espressione e dei diritti dell’individuo, è spesso caduta in conflitto con l’autorità e ha dovuto scontrarsi con la censura e la manipolazione. Ha provocato appassionanti dibattiti nel mondo dell’arte, della scienza, della pubblicità e non ha risparmiato politica e  giornalismo.

FINITI IN TRIBUNALE. Il Musée de l’Elysée ha messo insieme un’ampia schiera di fotografi che, dall’inizio della storia della fotografia ad oggi, sono stati al centro di controversie e procedure legali.

DA TOSCANI A ARMSTRONG. Tra le fotografie esposte anche quella di Oliviero Toscani che immortala un sacerdote mentre sfiora dolcemente le labbra di una suora (scatto censurato in Italia a causa delle pressioni del Vaticano, ma anche in Francia, in seguito alle denunce delle associazioni religiose); quella che ritrae Aldo Moro sotto la stella delle Br e quella che immortala i primi passi dell’uomo sulla luna, scatto sottoposto più volte all’attenta analisi dei sostenitori del complotto, secondo i quali presenterebbe diverse anomalie spiegabili unicamente attraverso la teoria della “messa in scena”.

Una mostra, quindi, che affronta una delle tante sfaccettature che la fotografia ha acquisito durante la propria esistenza. Perché la fotografia è scoperta, realtà e finzione, storia e sogno, documentazione e denuncia, ma anche controversia, contrasto e polemica. Un altro punto di vista da cui osservare la realtà e da cui tentare di capire.

Per informazioni www.mnaf.it

Nella pagina: Ph. Oliviero Toscani, Amore Illibato/Virginal Love, 1992 © Oliviero Toscani

Ultime notizie