venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniArte & CulturaDal carcere di Volterra alla...

Dal carcere di Volterra alla Croisette di Cannes

È la storia di Aniello Arena, detenuto nel carcere di massima sicurezza in provincia di Pisa e attore della Compagnia della Fortezza di Armando Punzo, che debutta al Festival di Cannes nella pellicola ''Reality'' di Matteo Garrone.

-

Dal carcere a Cannes: è la storia di Aniello Arena, 40enne di Napoli detenuto nel carcere di massima sicurezza di Volterra, in provincia di Pisa, e attore della Compagnia della Fortezza diretta da Armando Punzo, che sta per debuttare sulla Croisette di Cannes con il film ”Reality” di Matteo Garrone.

ATTORE DETENUTO. Arena è il protagonista della pellicola di Garrone, che lo ha scelto dopo averlo visto all’opera sul palcoscenico di Volterrateatro, la rassegna estiva messa in piedi dalla compagnia teatrale di Armando Punzo, che da anni con la recitazione offre un diversivo a chi sta scontando la sua pena dietro le sbarre del penitenziario volterrano.

IL FILM. Il film, cronistoria di un pescivendolo che diviene concorrente del Grande Fratello (la presentatrice nella pellicola è Claudia Gerini), è stato girato a Padova: ogni sera, terminate le riprese, Aniello aveva l’ordine di rientrare in cella. Il film che segna il suo debutto sul grande schermo sarà presentato a Cannes venerdì 18 maggio. Aniello però non ci sarà: il permesso per uscire dal carcere e assistere alla prima non è arrivato.

LEGGI ANCHE: La Toscana sbarca a Cannes con tre titoli

Ultime notizie