lunedì, 28 Novembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaGioconda, parte la raccolta di...

Gioconda, parte la raccolta di firme per il ”rimpatrio”

Avrà ufficialmente inizio domani, in piazza Santa Maria Novella, la raccolta pubblica di firme per il 'rimpatrio' temporaneo della Gioconda a Firenze nel 2013. E già ci sono le prime illustri adesioni.

-

- Pubblicità -

Avrà ufficialmente inizio in piazza Santa Maria Novella la raccolta pubblica di firme per il “rimpatrio” temporaneo della Gioconda a Firenze nel 2013. E già ci sono le prime illustri adesioni.

LA RACCOLTA FIRME. Per i fiorentini l’appuntamento è fissato per domani, giovedì 28 luglio, alle ore 11.30, ma l’iniziativa si svolgerà in contemporanea anche in altre piazze delle principali città italiane e a Parigi.

- Pubblicità -

ADESIONI. Tra le prime adesioni al Comitato promotore, nato in seguito all’operazione di scavo a Sant’Orsola per la ricerca dei resti mortali della “vera” Monna Lisa, ci sono Mons. José Manuel Del Rio Carrasco, sottosegretario della Pontificia Commissione per i beni Culturali della Chiesa, l’onorevole Roberto Tortoli, vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, Gian Antonio Mingozzi vicesindaco di Ravenna. Altre adesioni verranno rese note domani.

LOUVRE. La raccolta firme durerà circa sei mesi e terminerà alla fine di dicembre. “A settembre – dichiara Silvano Vinceti, fondatore del Comitato – sarò a Parigi per presentare al Louvre il progetto artistico e culturale come richiesto dai responsabili del museo. Il progetto conterrà anche tutte le condizioni necessarie per garantire la sicurezza e l’integrità del quadro durante il trasporto nonché durante la successiva esposizione a Firenze”.

- Pubblicità -

CENTENARIO. La data del 2013 non è stata scelta a caso: tra due anni, infatti, ricorre il centenario del ritrovamento della preziosa tela a Firenze, dopo che era stata trafugata da un ex dipendente del Louvre, italiano, che voleva restituirla all’Italia. Il Louvre, dopo una prima fredda reazione, ultimamente ha aperto alla possibilità di un prestito agli Uffizi. Ma la strada è ancora in salita.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -