martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaGiornate Fai d'autunno 2023 in...

Giornate Fai d’autunno 2023 in Toscana: cosa visitare

Castelli, palazzi storici, musei, chiese, perfino rifugi anti-aerei. Sono una ventina i luoghi aperti in Toscana per le Giornate Fai d'autunno. Ecco le chicche da vedere, provincia per provincia

-

- Pubblicità -

Per le Giornate Fai d’autunno 2023 in Toscana sono 25 i luoghi, di cui 7 borghi, che si potranno visitare grazie ai volontari del Fondo per l’Ambiente Italiano sabato 14 e domenica 15 ottobre: si va da Villa Kraft sulle colline di Firenze, al Museo Chini di Borgo San Lorenzo, da un singolare rifugio anti-aereo nel centro di Massa ai più caratteristici borghi in provincia di Pistoia, Lucca, Livorno e Grosseto. E poi ville, castelli, collezioni d’arte, addirittura aziende agricole e sedi di enti, alcuni dei quali normalmente inaccessibili al pubblico. L’iniziativa si svolge ormai da 12 edizioni per valorizzare il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese.

Come partecipare alle Giornate Fai d’autunno

Come succede per le Giornate Fai di primavera, anche per l’edizione autunnale sarà possibile visitare tanti luoghi straordinari versando un piccolo contributo: l’accesso ad alcuni di questi tesori sarà riservata ai soci del Fondo per l’Ambiente italiano (è possibile fare la tessera anche in loco), altri ancora saranno ad accesso libero fino a esaurimento dei posti. Quanto raccolto anche in Toscana durante le Giornate d’autunno del Fai andrà in favore della stessa Fondazione per sostenerne le attività. In tutta Italia il 15 e 16 ottobre saranno oltre 700 i luoghi aperti in 350 città in tutte e venti le regioni.

- Pubblicità -

Ottobre è il mese di sensibilizzazione e raccolta fondi per il Fai: un esercito di volontari, grazie alle nostre delegazioni, sono pronti a raccontare questi luoghi, insieme agli apprendisti ciceroni che sono gli alunni delle scuole superiori di tutta la Toscana – spiega la presidente del Fai Toscana Rosita Galanti Balestri -. Lo slogan di quest’anno è ‘Fai la tua parte’ perché non sono solo i volontari del Fai a essere custodi del patrimonio culturale e artistico, ma tutti i cittadini”.

Le Giornate Fai d’autunno 2023 a Firenze

A Firenze saranno quattro i luoghi da visitare in occasione delle Giornate Fai d’autunno 2023. Nel quartiere di San Frediano sabato e domenica apriranno le porte due ex residenze nobiliari “vicine di casa”: il quattrocentesco palazzo Capponi, sede della Croce Rossa fiorentina, con accesso da Borgo San Frediano 2, e Casa Capponi, l’adiacente palazzo storico affacciato su Lungarno Soderini che la stessa famiglia Capponi acquistò successivamente. Oggi ospita il quartier generale del Comando Interregionale dell’Italia Centro-Settentrionale della Guardia di Finanza.

- Pubblicità -

Giornate Fai autunno 2023 locandina

Sempre la Croce Rossa, questa volta il comitato regionale della Toscana, per le due Giornate Fai d’autunno permetterà di varcare la soglia dell’ottocentesca Villa Kraft, edificio in stile neo-cinquecentesco nella zona dei Fraticini, immersa nelle campagne delle colline tra Careggi e via Bolognese. In  Mugello invece sono in sarà protagonista Villa Pecori Giraldi (Borgo San Lorenzo), con il suo museo dedicato alla Manifattura Chini. In più sabato alle 15.30 e domenica alle 10.30 sarà Vieri Chini, discendente dell’artista Galileo Chini, a condurre delle speciali visite guidate, riservate ai soci Fai (prenotazioni: [email protected]).

- Pubblicità -

Cosa vedere a Prato e Pistoia

Spostandosi nella parte di Toscana che va da Prato a Pistoia, le Giornate Fai d’autunno 2023 sabato 15 e domenica 16 ottobre permetteranno di entrare in antichi nosocomi e di curiosare in suggestive cittadine. A Prato saranno visitabili il vecchio ospedale della città Misericordia e Dolce, nato intorno a un complesso di origine medioevale, il piano nobile e il giardino rinascimentale di Palazzo Vaj, prestigioso edificio nel centro della città risalente al XVIII secolo, e l’ITIS Buzzi, nato nel 1886 come Regia Scuola per le Industrie Tessili e Tintorie, che conserva ancora oggi nei suoi laboratori macchinari d’epoca.

Palazzo Vaj Prato FAI
Palazzo Vaj a Prato. Foto: ©Fai

Nel pistoiese si potranno visitare il borgo di Serravalle, il frantoio dell’Azienda Agricola “La Dispensa” di Lamporecchio e a Ponte Buggianese sia il giardino di Paola, con alcuni suggestioni poetiche durante il tour, sia la pieve di San Michele Arcangelo (conosciuta come Santuario della Madonna del Buon Consiglio) che custodisce il più grande e completo ciclo di affreschi realizzato da Pietro Annigoni. Per i soci Fai sarà aperta pure la sagrestia, normalmente inaccessibile al pubblico.

Giornate Fai d’autunno 2023 in Toscana: i luoghi aperti a Massa, Lucca, Pisa e Livorno

Singolare è l’opportunità offerta nel centro di Massa, dove si potrà scendere nel più grande rifugio anti-aereo realizzato in provincia durante la Seconda guerra mondiale, quello della Martana, capace di ospitare migliaia di persone. Nel lucchese ci saranno alcune chicche da vedere: la chiesa e il museo di San Cassiano di Controne (nel comune di Bagni di Lucca), la prima chiesa storicamente documentata nella Val di Lima assieme alla pieve di Santa Giulia; il Teatrino di Vetriano, nella frazione di Pescaglia, un bene Fai aperto tutto l’anno che è annoverato tra i teatri più piccoli del mondo; la Gipsoteca del liceo Passaglia di Lucca, una grande collezione di oltre 500 opere in gesso della mitologia e archeologia romana e greca, nata per volere di Elisa Bonaparte. Qui la visita sarà arricchita da un’esibizione musicale e da una dimostrazione tecnica della formatura.

Rifugio antiaereo Martana Giornate Fai autunno 2023
Il rifugio antiaereo della Martana a Massa. Foto ©FAI

Completano il quadro i percorsi alla scoperta di Borgo a Mozzano, del Castello di Nozzano e del museo dei bozzetti di Pietrasanta che nel complesso di Sant’Agostino conserva opere di artisti come André Bloc, Fernando Botero, Antonio Bozzano, Jean Michel Folon, Gigi Guadagnucci, Igor Mitoraj, Giuliano Vangi e Gio’ Pomodoro. Spostandosi a Pisa, e più precisamente nel quartiere di San Francesco, i volontari del Fai evidenzieranno l’importanza dei restauri curati dall’architetto Massimo Carmassi, al Teatro Giuseppe Verdi e al retro del complesso di San Michele in Borgo. A Suvereto, il Fai offre due occasioni di visita, una per le strade del borgo, l’altra – riservata ai soci – alla cantina Petra, progettata da Mario Botta, all’interno un’oasi verde da 300 ettari.

Arezzo, Siena e Grosseto

Concludiamo questa carrellata di beni e luoghi aperti per le Giornate Fai d’autunno con il sud della Toscana, dove sono in programma tour guidati nei borghi: a Castiglion Fiorentino (Arezzo), con un percorso inedito in una delle cittadine più importanti della Valdichiana, a Scarlino (Grosseto) e a Torrita di Siena, dove entrare pure in un orto verticale e in un rifugio della Seconda Guerra Mondiale, restaurato e destinato a diventare un museo.

Torrita di Siena panorama
Il panorama di Torrita di Siena ©Comune di Torrita

A Scarlino è in programma pure la visita a Terra Rossa, un giacimento di pirite rinvenuto alla fine dell’Ottocento, che si trova lungo il sentiero panoramico sul puntone che conduce alle spiagge Cala Martina e Cala Violina. Nel senese si potrà entrare in una delle 14 antiche torri di San Gimignano sopravvissute fino ad oggi, Casa Campatelli, che è un bene del Fai aperto tutto l’anno.

Cosa visitare in Toscana per le Giornate Fai d’autunno 2023: la lista dei luoghi aperti

Ecco in sintesi l’elenco di tutti i luoghi da vedere in Toscana per le Giornate Fai d’autunno 2023 (info dettagliate e orari sul sito www.fondoambiente.it):

Giornate Fai d’autunno a Firenze

  • Casa Capponi in San Frediano – Museo storico della Guardia di Finanza
  • Palazzo Capponi in San Frediano, sede Croce Rossa
  • Villa Kraft, sede Croce Rossa Toscana
  • Villa Pecori Giraldi – Museo Chini (Borgo San Lorenzo)

Prato

  • ITIS Buzzi
  • Ospedale Misericordia e Dolce
  • Palazzo Vaj

Pistoia

  • Frantoio dell’Azienda Agricola “La Dispensa”, Lamporecchio
  • Pieve di San Michele Arcangelo, Ponte Buggianese
  • Giardino di Paola, Ponte Buggianese
  • Serravalle Pistoiese, visita al borgo

Pisa

  • Teatro Verdi e la mattonaia, visita ai restauri di Massimo Carmassi

Lucca

  • Chiesa e museo di San Cassiano di Controne
  • Borgo a Mozzano, visite al borgo
  • Castello di Nozzano
  • Gipsoteca Passaglia
  • Teatrino di Vetriano, Pescaglia
  • Museo dei bozzetti, Pietrasanta

Massa Carrara

  • Rifugio anti-aereo della Martana

Livorno

  • Suvereto, visita al borgo
  • Cantina Petra, Suvereto – accesso riservato ai soci Fai

Siena

  • Torre e Casa Campatelli, San Gimignano
  • Torrita di Siena, visita al borgo

Arezzo

  • Castiglion Fiorentino, visita al borgo

Grosseto

  • Scarlino, visita al borgo
  • Terra rossa e la sua pirite, puntone di Scarlino
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -