Il vintage negli abiti lo conoscono tutti, ma il “vintage gastronomico“? Con “Taste”, il salone del gusto di Pitti Immagine – alla stazione Leopolda – sarà possibile trovare anche qualcosa di molto simile a questa idea.

Tra i temi di questa edizione infatti ecco il “C’era una volta” alla riscoperta di bibite, piatti e prodotti “cult” di un tempo come il chinotto, la cedrata… Ideato dal “Gastronauta” Davide Paolini.

Taste sarà un viaggio in cinque tappe: avremo il “taste tour” alla scoperta e alla degustazione di vecchi e nuovi elementi gastronomici e per conoscere i prodotti delle aziende; il “taste tools” con gli oggetti e le attrezzature legati al mondo della cucina tra food & kitchen design; il “taste press” dove sarà possibile trovare le migliori riviste di eno-gastronomia provenienti da tutto il mondo; il “taste ring” che sarà l’arena ideale dove il Gastronauta organizzerà incontri-scontri attorno al gusto e al cibo di qualità; ed infine il “taste shop”, dove sarà possibile acquistare tutto ciò che si è visto e assaggiato durante il percorso.

Arrivato alla terza edizione, dopo il grande successo di pubblico degli anni precedenti, Taste vede protagoniste oltre 150 aziende selezionate in tutta Italia ma diventa soprattutto punto di incontro per tutti gli appassionati e cultori del cibo di qualità alla ricerca dell’autenticità e dell’originalità dei sapori.

In occasione di questa edizione, alla Stazione Leopolda va in scena “nonsoloAlimentari. Oggetti di design e artigianato per la tavola e la cucina”, una mostra-installazione sul tema degli oggetti e degli strumenti da tavola e da cucina curata dall’architetto-designer Paola Navone. All’interno di un’area di 300 mq, una grande tavola imbandita diventa l’habitat naturale per gli articoli di circa 50 aziende: protagonisti sono pezzi che si distinguono per qualità nell’estetica e per l’originalità nella riscoperta della grande tradizione artigiana locale e italiana. La mostra è concepita per dialogare con i nuovi percorsi del gusto, mettendo l’accento su quel décor della tavola e della cucina che corrisponde all’eccellenza che Taste ricerca per i cibi.

Inoltre 30 immagini nel piazzale e all’ingresso di Stazione Leopolda, un allestimento ad alto impatto scenografico dedicato all’arte e alla creatività contemporanea della cucina: “Le mani in pasta” è una mostra-evento che vede la collaborazione di un noto giornale di moda, il mensile “Velvet”. Le immagini di Francesca Brambilla, fotografa specializzata in food, ritraggono mani di famosi chef impegnati nelle delicate tappe e coinvolgenti fasi di preparazione dei piatti.

Aperta al pubblico dalle 10-22 e il lunedì 9.30-16.30 – ingresso € 8 – anche eventi musicali e progetti speciali. www.tastefirenze.it