sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniArte & CulturaI tesori del passato si...

I tesori del passato si scoprono col tablet

Un tablet multimediale per scoprire i segreti dell’area archeologica di Fiesole: è la prima volta in Italia che il tablet con guida multimediale entra in un’area archeologica. Si potrà richiedere in biglietteria dal 13 luglio.

-

Un tablet multimediale per scoprire i segreti dell’area archeologica di Fiesole.

L’INIZIATIVA. Passeggiare fra il Teatro romano, il Tempio etrusco-romano o le Terme costruite ai tempi di Silla in compagnia di una guida multimediale che permette al pubblico di fruire non solo di un accompagnamento audio, ma anche di un efficace supporto visivo, essendo tutti i contenuti completi di animazione 3D. Dal 13 luglio, il pubblico che vuol visitare l’Area Archeologica potrà chiedere alla biglietteria dei Musei (via Portigiani, 3) lo strumento elettronico touch screen con il quale poter compiere un viaggio interattivo fra i reperti più significativi. È la prima volta in Italia che il tablet con guida multimediale entra in un’Area Archeologica. La guida multimediale sarà distribuita proprio in occasione de “Le Notti dell’Archeologia”, manifestazione promossa dalla Regione Toscana in collaborazione con AMAT (Associazione Musei Archeologici della Toscana) alla quale il Comune di Fiesole partecipa con una serie di iniziative. Il tablet si configura come uno strumento innovativo in grado di restituire alla storia il suo volto, conducendo il visitatore in viaggio nei costumi e negli usi del tempo e che offre al pubblico uno sguardo sul passato, permettendo di soffermarsi su dettagli non visibili a occhio nudo.

LA GUIDA. La guida – realizzata da C&T Crossmedia con la direzione scientifica del Conservatore dei Musei di Fiesole – offre al visitatore la ricostruzione delle parti architettoniche mancanti e, sfruttando le potenzialità degli strumenti digitali, riporta il visitatore indietro nel passato. Il percorso della visita con il supporto multimediale – della durata di 30 minuti circa – permette, infatti, una migliore comprensione dei resti del Teatro, delle Terme, delle mura e dei templi. Mediante una voce narrante, disponibile in cinque lingue, il racconto restituisce la visione globale del sito sia dal punto di vista architettonico sia in relazione al significato sociale che l’intera Area possedeva al tempo degli etruschi e dei romani.

PRIMA TAPPA. “È importante conoscere la nostra storia, ma anche aprirsi al nuovo – afferma Paolo Becattini, assessore alla Cultura del Comune di Fiesole –. Per questo introdurre un percorso multimediale nell’Area Archeologica credo sia davvero una bella esperienza. Questa è la prima tappa verso il multimediale che riguarda l’Area e gli scavi esterni. Successivamente coi tablet entreremo anche nel Museo Bandini per poi finire entro l’anno nel Museo Civico Archeologico”. “Come Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana non possiamo che esprimere grande soddisfazione per l’innovazione promossa dai Musei di Fiesole – afferma il Soprintendente Andrea Pessina – e, oltretutto, l’arrivo dei tablet arriva proprio in concomitanza con ‘Le Notti dell’Archeologia’, iniziativa di cui la stessa Soprintendenza è uno dei principali promotori”.

NOTTI DELL’ARCHEOLOGIA. Con i tablet si inaugurano “Le Notti dell’Archeologia” a Fiesole: per l’occasione l’Area e il Museo Civico Archeologico aprono le proprie porte eccezionalmente fino alle 21 e dalle 18 con ingresso gratuito. “Le donne nell’Antichità” è il tema che fa da fil rouge alle iniziative organizzate dal Comune in occasione della manifestazione. L’arte del ricamo si intreccia con la storia della Città. Ed ecco che le sapienti mani delle ricamatrici danno vita con ago e filo a lavori che prendono ispirazione dai reperti archeologici presenti sul territorio e da quelli custoditi all’interno delle sale del Museo Civico Archeologico. Gli stessi lavori, realizzati da un gruppo di amiche fiesolane, saranno esposti dal 13 al 21 luglio proprio al Museo Civico Archeologico per la mostra “Il filo racconta: ricamiamo l’archeologia” (inaugurazione sabato 13 – ore 18). Alla scoperta dell’universo femminile nella Fiesole antica insieme agli Amici dei Musei di Fiesole anche con la visita guidata “Volti di donne nel Museo Civico Archeologico di Fiesole” (ore 19 – durata circa un’ora). Alle 21, poi, tutti a tavola sulla Terrazza del Teatro Romano per banchettare con un menù che propone piatti ispirati ai gusti della cucina etrusca (per partecipare tel. 055.5961293, prezzo € 25,00).

Ultime notizie